Al termine della gara pareggiata dall'Udinese in casa, contro l'Atalanta, ai microfoni di UdineseChannel ha parlato il patron Gianpaolo Pozzo, amareggiato per i fischi del pubblico: "Un punto che va anche bene perché la squadra non ha girato al meglio e l'Atalanta si è coperta bene. L'avversario di oggi ha valori importanti e dopo il loro vantaggio abbiamo faticato. Poi se giochiamo in casa e il pubblico fischia… E' un tifo severo, serve una squadra da scudetto per farsi aiutare. Il pubblico per una provinciale è determinante, deve essere il dodicesimo uomo in campo. Stiamo facendo tanti sacrifici per il nuovo stadio perché la squadra senta il calore dei suoi sostenitori. A Genova nella scorsa trasferta il pubblico, nonostante il doppio svantaggio, ha creato le condizioni per dare entusiasmo alla squadra. Cose che qui non accadono, anche per la situazione dello stadio semi deserto per la grandezza dell'impianto visto che con 8-10mila sembra vuoto. Ma se la squadra ha bisogno e non viene aiutata devo dire che non mi piace, ho sentito fischi immeritati. Per queste bocche raffinate dobbiamo fare solo una squadra da scudetto". Chiusura su Di Natale: "Il capitano è stato ed è per noi una grande risorsa, siamo tutti legati a lui anche per l'affetto che ha dimostrato alla squadra e alla società. Si merita il suo successo e la nostra riconoscenza".

Sezione: Primo Piano / Data: Dom 23 febbraio 2014 alle 17:30
Autore: Francesco Digilio / Twitter: @@FDigilio
vedi letture
Print