Nel corso di un'intervista rilasciata ai microfoni di Tmw, l'ex difensore bianconero ed attuale giocatore della Manzanese Felipe ha ripercorso alcuni momenti della sua carriera in Friuli.

"L'esordio in Serie A? Ricordo che abbiamo perso in malo modo! Sono entrato che mancavano dieci minuti, era una di quelle partite giocate male su un campo bruttissimo ma per me un'emozione unica. Da quando ho iniziato a giocare non avevo pensato che sarei diventato un calciatore. Ricordo ancora le parole di Gerolin, che mi aveva scoperto in Brasile: "L'esordio è facile, ora devi mantenere". Col Chie

"Il gol al Barcellona? La ciliegina. Ero giovanissimo, che momento sia per me che per la mia famiglia, c'era mio papà allo stadio venuto apposta dal Brasile. Nel mio percorso nel calcio ho avuto tante cose belle ed altre meno, ma mi hanno portato ad essere ciò che sono adesso. La Manzanese l'ho scelta anche per ciò che ho vissuto in carriera. La mia soddisfazione più grande? Proprio il gol a Barcellona. E poi aver giocato per 18 anni in Serie A, ne vado molto fiero".

"L'allenatore che mi ha dato di più? Spalletti. Mi ha portato in prima squadra, una persona che alla fine di ogni allenamento stava con me un'altra ora per fare lavoro di tecnica e rapidità e per spiegarmi i movimenti. Quando non poteva lui rimaneva il secondo... Mi ha fatto migliorare tantissimo".

Sezione: Gli ex / Data: Ven 02 aprile 2021 alle 20:21
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print