Nuytinck, da esubero a colonna portante della difesa: "Con Tudor ho passato un momento difficile, con Gotti è cambiato tutto"

14.11.2019 16:31 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
Nuytinck, da esubero a colonna portante della difesa: "Con Tudor ho passato un momento difficile, con Gotti è cambiato tutto"

Da esubero con le valige in mano a colonna portante della retroguardia bianconera. Tutto questo in poche settimane. E' l'incredibile storia di Bram Nuytinck che, dopo l'avvio difficile con Tudor, ha ritrovato un posto in squadra sotto la gestione Gotti. Il difensore dell'Udinese ha raccontato il momento a Sky Sport: 

Con Gotti è tornato titolare?
"Sono molto contento perché con Tudor ho passato un momento difficile, non ho giocato neanche un minuto. Con Gotti va meglio e sono contento e felice". 

Si è mai data una spiegazione del motivo per cui non giocava?
"Non so perché. Ho avuto dei problemi col mister. Adesso però c'è mister Gotti e gioco, quindi sono felice". 

Com'è mister Gotti?
"E' molto tranquillo, è calmo. Parla con calma con tutti i giocatori. Anche lui vuole giocare con la palla, lui pensa solo al gioco e mi piace questo". 

L'ultima partita è finita con un brivido: il rigore parato da Musso.
"Musso è un grande. Ogni partita è importante per la squadra. La partita contro la SPAL è stata difficile. Abbiamo bisogno di lui sempre. E' gentile e lavora ogni giorno con grande dedizione. E' molto importante per la squadra". 

Quanto è importante la prossima sfida contro la Sampdoria?
"Ogni partita è importante per noi, però contro la Samp lo sarà ancora di più perché anche loro sono in difficoltà e noi dobbiamo vincere. Dopo questa gara avremo delle sfide difficili".