primo piano

Tudor fiducioso: “Veniamo da tre partite importanti, la qualit? emerger?. Modulo? Conta la mentalit?, non i numeri”

Tudor fiducioso: “Veniamo da tre partite importanti, la qualit? emerger?. Modulo? Conta la mentalit?, non i numeri”

Udinese in cerca di punti contro il Brescia. Dopo le buone prestazioni delle prime giornate ora serve muovere la classifica. Contro le rondinelle un'occasione da non fallire. Igor Tudor ha così parlato nella conferenza stampa di...

Stefano Pontoni

Udinese in cerca di punti contro il Brescia. Dopo le buone prestazioni delle prime giornate ora serve muovere la classifica. Contro le rondinelle un'occasione da non fallire. Igor Tudor ha così parlato nella conferenza stampa di vigilia.

Quali sono le condizioni di Ekong e Okaka? Ci saranno?

"Si sono allenati tutta la settimana, contro il Brescia ci saranno. Poi vederemo come utilizzarli siccome vengono da problemi perché si gioca anche martedì a Verona. E' importante che loro ci siano".

Come l'ha vissuta De Paul?

"Aspetto che venga tolta una giornata visto che c'è stata una provocazione di Candreva e un fallo bruttissimo di Barella. Tre giornate sono esagerate. Ho parlato con lui, è dispiaciuto, è arrabbiato con sé stesso. E' giusto così perché ha fatto uno sbaglio grande. E' un ragazzo intelligente. Imparerà e tornerà più motivato e voglioso di prima".

Tre partite ravvicinate, ci sarà turnover?

"Veniamo da tre partite importanti, ci sarà spazio per tutti. La cosa importante è che la squadra sta bene. Quello che ho visto in questa settimana è che la squadra sta bene. Sono sicuro che faremo una buona partita. I dettagli come sempre possono fare la differenza, ma deve esserci la voglia di giocare a calcio, di imporre la nostra idea di gioco. Siamo una squadra di qualità e le qualità alla lunga esce sempre".

De Paul è un giocatore unico, vedremo delle cose nuove?

"Vediamo, nella rosa c'è opportunità per qualcun altro. Abbiamo fatto in passato ottime partite anche senza De Paul".

Ci si può aspettare anche un cambio di modulo?

"Secondo me non esiste un modulo più offensivo o più difensivo. Puoi mettere i numeri che vuoi ma contano fino ad un certo punto. Si tratta di voglia di andare a fare gol, non di quanti attaccanti si schierano. Possono essere due o anche sei punte".

Come ti aspetti il Brescia?

"Sono andato a vedere la partita con il Bologna dal vivo. E' stata decisa da un cartellino rosso, quella decisione ha influito moltissimo sul risultato finale. E' una squadra ben organizzata, che si conosce da anni e che ha un tecnico bravo. Sono sempre partite difficili, anche se si gioca in casa. Dobbiamo confermare quanto abbiamo fatto in queste tre partite e dare ancora di più. Abbiamo preparato la partita anche sugli avversari ma pensiamo prima a noi stessi".

Il Brescia arriverà a Udine arrabbiato e molto motivato.

"Non esiste che ci sia una squadra più motivata dell'altra. E' tutto fumo. La mentalità di gruppo si acquisisce durante la settimana di lavoro. Che loro vengono motivati va bene, noi lo saremo ancora di più".

Ultime due sconfitte immeritate a livello di gioco. Baratterebbe il bel gioco per un po' di punti in più?

"Punti li prenderei sempre. Ai giocatori però non si deve dire solo dovete vincere, lo sanno quello, gli devi insegnare come arrivare alla vittoria".

Samir rientra dal primo minuto?

"Era tornato da un lungo viaggio e contro l'Inter ho preferito lasciarlo fuori, tornerà in campo dal primo minuto".