Messaggero Veneto: "Può essere bomber Strizzolo la medicina per il Pordenone"

20.07.2020 10:49 di Jessy Specogna   Vedi letture
Messaggero Veneto: "Può essere bomber Strizzolo la medicina per il Pordenone"

Può essere bomber Strizzolo la medicina per il Pordenone", scrive il Messaggero Veneto. Che aggiunge: "Tesser nella trasferta di Ascoli ritroverà il suo uomo più prolifico (8 reti) L’attaccante risulta fondamentale grazie al suo strapotere fisico sulle palle alte".

All'interno: "No, non c’è bisogno di un salvatore della patria. Anche perché il Pordenone di Attilio Tesser ha già dimostrato di essere un collettivo 'allergico' alle prime donne. Tradotto in termini realizzativi, più una cooperativa del gol che una squadra da totem d’area di rigore. Basti pensare che sono stati ben 14 i ramarri ad andare almeno una volta a bersaglio. E nessuno in doppia cifra. Dato eloquente sulla varietà delle soluzioni a disposizione del tecnico naoniano, che anche nelle giornate storte degli attaccanti può sempre avvalersi degli inserimenti da centrocampo e della confidenza col gol dei difensori. Ciò detto, il probabile rientro di Luca Strizzolo venerdì sera ad Ascoli potrebbe rappresentare una notizia a dir poco lieta per Tesser, che finalmente ritroverà il suo uomo più prolifico (8 gol) dopo sei turni di assenza. Partite in cui il Pordenone ha raccolto tre vittorie e altrettante sconfitte, le ultime due consecutive con Crotone e Cosenza. Se all’inizio dell’era post Covid-19, dunque, ci avevano pensato i gol inaspettati di Mazzocco e i guizzi dell’inesauribile Ciurria, come l’immancabile firma dalle retrovie di Barison, a non far rimpiangere il bomber di Bicinicco, col passare delle giornate la sua assenza ha cominciato a far sentire...".