Hellas Verona-Udinese 0-0, LE PAGELLE: Musso salvatore della patria, centrocampo in sofferenza, Lasagna spreca

24.09.2019 21:53 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
Hellas Verona-Udinese 0-0, LE PAGELLE: Musso salvatore della patria, centrocampo in sofferenza, Lasagna spreca

L'Udinese torna a muovere la classifica dopo tre sconfitte consecutive. Finisce 0 a 0 al Bentegodi: il primo tempo è equilibrato, con Lasagna che spreca da due passi il vantaggio; nella ripresa, dopo un'altra ghiotta occasione sempre sui piedi del numero 15, gli uomini di Tudor vanno in difficoltà. Ripresa in trincea, con Musso assoluto protagonista. Un punto che serve per ripartire in vista dell'altro scontro diretto di domenica al Friuli contro il Bologna.

Musso 8 - Autentico salvatore della patria. L'argentino questa sera è miracoloso. La sua parata su Stepinski vale come un gol. Il miglior in campo, questo pareggio è tutto suo.

Becao 6 - Primo tempo senza grossi affanni, la ripresa è assai più complicata. Alza il muro, facendosi sentire anche con le cattive.

Troost-Ekong 6 - Con Ekong al centro della difesa l'Udinese torna a non prendere gol. Soffre nella ripresa la dinamicità di Stepinski, con esperienza se la cava.

Samir 6,5 Se la vede con l'ex Faraoni. Non lo soffre più di tanto. Mezzo punto in più per il lancio al bacio non sfruttato da Lasagna.

Stryger Larsen 5,5 - Prestazione così così per il danese. Tanti errori nel primo tempo, manca poi quella spinta costante che è da sempre una sua caratteristica. La sensazione è che con le sue potenzialità avrebbe potuto osare di più.

Mandragora 5,5 - Dopo due partite in panchina Tudor lo rilancia dal primo minuto. Prestazione non granché per lui, il centrocampo, soprattutto nel secondo tempo, balla tremendamente. Fatica a fare filtro e impostare la manovra.

Jajalo 5,5 - Cerca di costruire dal basso la manovra. Troppo lento però nel fraseggio, nella ripresa si fa sovrastare dai centrocampisti avversari.

Fofana 5 - Altra partita insufficiente. L'ivoriano non riesce né a strappare in avanti, quella che sarebbe la sua caratteristica, né a dare una mano in fase difensiva. E poi come sempre tanti errori.

Sema 5,5 - Meno intraprendente delle scorse partite, resta sempre basso e compassato, soffrendo anche la velocità degli avversari. Esce nel finale quando Tudor cerca maggiore solidità. (dal 78' Opoku s.v.)

Barak 6 - Tocca a lui sostituire De Paul. Il ceco ci prova, nel primo tempo risulta essere uno dei migliori. Sue le uniche conclusioni verso la porta scaligera. Certo, ancora qualche errore e una condizione migliorabile, ma non dimentichiamoci che viene da un anno passato in infermeria. Può crescere ancora moltissimo. (dal 70' Walace 5,5 - Non entra con il piglio giusto. Sotto ritmo, perde qualche pallone pericoloso di troppo e si fa anche ammonire)

Lasagna 5 - Ha sui piedi le due grandi occasioni della partita e le spreca entrambe. La prima, soprattutto, non si poteva sbagliare. Un gol che avrebbe cambiato la partita. Ufficialmente esce solo per guai fisici. (dal 65' Okaka 5,5 - A lui il compito di dare maggior forza al reparto offensivo. Ma, e sarà una coincidenza, quando entra lui, di fatto, l'Udinese non riesce più a sviluppare un'azione d'attacco).

Tudor 5,5 - La sua Udinese non è ancora guarita. Porta a casa un pareggio dopo un secondo tempo nel quale si è difeso con 11 uomini. Rispetto alle prime giornate un'involuzione nel gioco. Il punto però può dare fiducia, domenica la prova d'appello.