E' tempo di bilanci in casa bianconera e dopo una stagiona a dir poco fallimentare i giudizi su squadra e società non possono che essere negativi. 
Uno dei calciatori più fischiati e disprezzati dalla contestazione scoppiata dopo la sconfitta contro il Crotone è sicuramente Maxi Lopez, attaccante argentino arrivato a fine mercato estivo per sostituire un certo Cyril Thereau, capocannoniere dell'Udinese di Delneri, il quale si è accasato alla Fiorentina, anch'egli senza ottenere grandi risultati a livello personale. 
Tra i due però è andata sicuramente peggio a Maxi Lopez, il quale però aveva anche iniziato col piede giusto qui in Friuli, messo subito al centro del progetto da Gigi Delneri, l'argentino nelle sue prime apparizioni ha messo in mostra buona tecnica e un'ottima intesa con Lasagna, realizzando addirittura una doppietta contro la Sampdoria dell'ex Zapata che fece ben sperare i tifosi friulani, i quali però ben presto si sono ricreduti sulle capacità della Gallina ex Torino.
Con l'arrivo di Massimo Oddo e il poker realizzato in Coppa Italia, Maxi si riprende la fiducia persa nelle ultime partite con Delneri e forma una coppia ben assortita con il solito Lasagna, ma anche questa volta, il buon periodo di forma dura veramente poco, infatti l'argentino viene superato nelle gerarchie da Rodrigo De Paul, per poi venire sorpassato anche da Stipe Perica durante il periodo di assenza di Kevin Lasagna. Ed è proprio durante il periodo di crisi totale bianconera che il rapporto tra Maxi Lopez e la tifoseria si compromette del tutto, a causa di prestazioni non all'altezza della Serie A, l'ex Toro è spesso stato accusato di non avere più il fisico e la tenuta atletica per poter giocare a certi livelli, ma la goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la sua uscita polemica contro il Crotone con tanto di insulti a Massimo Oddo dopo un'ora in cui Maxi non aveva praticamente visto il pallone, da li in poi solo fischi per il numero 20 bianconero, fischi che sanno di un'amore mai sbocciato, un rapporto iniziato con tanto scetticismo e finito nel peggiore dei modi. Con l'arrivo di Tudor l'argentino non vede più il campo, se non nel recupero contro il Verona, e forse, la sua avventura qui in Friuli può considerarsi conclusa, o addirittura si può dire che non è mai iniziata, con soli 2 gol in stagione Maxi Lopez rappresenta la fotografia esatta di un mercato e di una gestione societaria indirizzata al risparmio, filosofia che dovrà necessariamente cambiare se si vorrà navigare in acque più tranquille, perchè la pazienza dei tifosi è giunta davvero al termine. 
 

Sezione: Focus / Data: Gio 24 maggio 2018 alle 18:00
Autore: Stefano Fabbro
vedi letture
Print