focus

Pordenone, il colpaccio ? possibile

Pordenone, il colpaccio ? possibile

Nell’ultima gara prima della breve sosta di gennaio il Pordenone se la vedrà in trasferta contro la capolista Salernitana. Certo si tratta di un big match contro un avversario di livello, ma la netta vittoria contro la Reggiana,...

Alessandro Poli

Nell’ultima gara prima della breve sosta di gennaio il Pordenone se la vedrà in trasferta contro la capolista Salernitana. Certo si tratta di un big match contro un avversario di livello, ma la netta vittoria contro la Reggiana, fondamentale per il morale dei neroverdi, fa ben sperare, soprattutto visto il prestigio che deriverebbe da un bis, in questa stagione ancora mai visto, ottenuto contro una grande squadra. I playoff poi non sono così lontani e i ramarri hanno mostrato più volte di sapersela cavare con grandi squadre, anche se non sono arrivati a strappare i tre punti a nessuna di esse. Arrivare alla sosta con una buona posizione di classifica sarebbe infine uno sprone per gestire al meglio il mercato di gennaio.

Probabili formazioni: in casa neroverde il reparto difensivo è al gran completo e non dovrebbero dunque esserci novità rispetto all’ultima gara. A centrocampo torna disponibile Magnino, che potrebbe dunque venire affiancato a Calò e Zammarini, ma dopo la bella prestazione contro la Reggiana non si esclude la riconferma di Pasa e Scavone accanto a quest’ultimo. Idem in attacco: Ciurria potrebbe nuovamente fare la punta e affiancare Diaw, mentre sulla trequarti starebbe Mallamo.

Questi dunque i due possibili schieramenti:

Salernitana (4-4-2): Belec; Casasola, Bogdan, Gyomber, Veseli; Kupisz, Dziczek, Di Tacchio, Cicerelli; Djuric, Tutino

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Berra, Camporese, Vogliacco, Falasco; Scavone, Pasa, Zammarini; Mallamo; Diaw, Ciurria