ESCLUSIVA TU - Pretto della Gemonese: "Sensazioni buone, prima la salvezza e poi si vedrà"

13.09.2019 16:30 di Nicola Santarossa   Vedi letture
ESCLUSIVA TU - Pretto della Gemonese: "Sensazioni buone, prima la salvezza e poi si vedrà"

Ai nostri microfoni è intervenuto in esclusiva il presidente della GemonesePino Pretto, che ha parlato così in vista dell’esordio contro il Codroipo e degli obiettivi da raggiungere nel corso della prossima stagione: “Il primo obiettivo è quello di raggiungere la salvezza e mantenere la Gemonese in questa categoria. Le prime sensazioni sono buone, abbiamo cambiato mister e parecchi giocatori in squadra; abbiamo la fortuna di avere una convenzione con il Green e quindi d’ora in poi ci alleneremo laggiù, è un gioiellino a cui ho sempre creduto e su cui finalmente riusciamo ad investire. Abbiamo avuto un piccolo intoppo con l’infortunio a Fuscello, il nostro giocatore top, però cercheremo come ogni anno con la lotta e la determinazione che ci contraddistinguono di raggiungere al più presto la salvezza”.

Su una possibile posizione di metà classifica: “L’appetito vien mangiando, se dovessimo raggiungere anzitempo la salvezza ci piacerebbe far esordire qualche giovane del vivaio. Solamente giocando con la mente spensierata e senza tensione si riesce a raggiungere dei risultati in maniera più tranquilla, puntando di fatto l’obiettivo dei play-off”.

Sull’importanza del settore giovanile: “Già da 7-8 anni abbiamo una sinergia con i paesini vicini, con una società virtuale chiamata Leonardo Calcio che raggruppa tutti i paesi limitrofi e che, forte di 400-500 ragazzi, cerca di tirare fuori il meglio da loro per poter un giorno farli esordire in prima squadra. Il settore giovanile sarà sempre più importante, perché i costi ogni giorno sono sempre più elevati e si va incontro a delle spese incredibili che fino a 10 anni fa non c’erano. Bisogna così cercare delle risorse, e le risorse più importanti sono i ragazzi; bisogna aumentare questo spirito ed incominciare ad avere dei tecnici preparati già a partire dai pulcini, che possano crescere un ragazzo con le dovute idee e mentalità per poter fare poi delle categorie importanti”.

Sul mister: “È nuovo, abbiamo già fatto con lui un mese e dieci giorni di lavoro; vede che la società lo segue nelle sue esigenze e che siamo organizzati. Abbiamo capito, con questi 10 anni di Eccellenza, che non è un campionato semplice; vedo in lui un mister preparato e tranquillo, ha lavorato molto in passato con i giovani, allenando Udinese, Ancona, Donatello e OL3. È voglioso e contento di incominciare già a partire da questa domenica in casa contro il Codroipo”.

Sul centenario della società: “C’è già stato un evento di tre giorni, adesso apriremo una mostra in collaborazione con il Circolo Filatelico Numismatico di Gemona, perché raccontano il calcio attraverso i francobolli e noi con le nostre foto racconteremo i 100 anni di calcio in questa città. Faremo un francobollo celebrativo e anche un annullo di francobollo; vi aspetto sabato 21 settembre alle 18.00 presso il Palazzo Elti in Centro Storico a Gemona, dove tutti coloro che hanno giocato, gli appassionati di calcio e collezionisti potranno assistere alla storia della Gemonese raccontata nei minimi particolari”.