La notizia è fresca fresca di giornata: la regola delle comproprietà potrebbe essere abolita. Così calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il procuratore Claudio Pasqualin: “Dal mio punto di vista questa sarebbe una mossa giustissima, anzi dico proprio che era ora! È un modo atipico di lavorare e oltretutto è una peculiarità italiana. Comunque se andasse in porto il prestito con obbligo di riscatto la regola delle comproprietà sarebbe solamente raggirata. Tutto ciò non penalizza o favorisce i giocatori, è un qualcosa che riguarda solo la contabilità delle società. Con l’abolizione anche i bilanci sarebbero più trasparenti”.

Sezione: Notizie / Data: Gio 13 febbraio 2014 alle 14:45 / Fonte: calciomercato.it
Autore: Davide Gani
vedi letture
Print