basket

Gesteco contro Mestre per il bis, Falconstar ko all’overtime

Gesteco contro Mestre per il bis, Falconstar ko all’overtime

Ultimo fine settimana di campionato nel girone C1 di serie B, che poi andrà in pausa per le feste di Natale e fine anno riprendendo all'epifania. Per la quarta d'andata la Gesteco Ueb Cividale, che nel turno scorso si è...

Valerio Morelli

Ultimo fine settimana di campionato nel girone C1 di serie B, che poi andrà in pausa per le feste di Natale e fine anno riprendendo all'epifania. Per la quarta d'andata la Gesteco Ueb Cividale, che nel turno scorso si è imposta al palaPerusini sulla Pontoni Falconstar Monfalcone nel derby Fvg grazie a un fuoco d'artificio di ben nove triple nell'ultimo quarto, ritornerà sul parquet, alle 18, a Trevignano ospite della Vega Mestre: arbitri Stefano De Bernardi e Mauro Ferrero Regis di Torino, diretta streaming su Lnp Pass per abbonati. Sarà scontro diretto fra squadre appaiate al secondo posto a 4 punti in condominio anche con la Belcorvo Rucker San Vendemiano, dietro all'imbattuta Tramarossa Vicenza dopo tre turni. La squadra ducale di coach Stefano Pillastrini ha già vinto per 77-83 a Mestre all'esordio nel girone di qualificazione di Supercoppa, che è stato il primo impegno agonistico ufficiale della neonata società, ma domani cercherà di guarire dal mal di trasferta che invece l'ha attanagliata alla prima uscita in campionato ospite a Rubano dell'Antenore Virtus Padova. In quell'occasione capitan Giovanni Fattori e compagni hanno perso anche il pivot Alessandro Vigori per infortunio a un ginocchio che lo terrà fuori squadra ancora un mesetto. Nel derby ciò ha comportato un riassetto tattico con proprio Fattori a giostrare da centro più sotto canestro, e il giovane Daniel Ohenhen primo cambio come già con Vigori in formazione, e l'ala codroipese Gabriele Mian da numero 4 atipico. Questo anche perché il presidente Davide Micalich ha rinforzato la rosa con l'innesto della guardia-ala Norman Hassan, in uscita da Matera che ha rinunciato alla B alla vigilia del torneo, il quale ha debuttato partendo dalla panchina nel derby.

La sfida con la Falconstar, in cui i ducali hanno concesso il bis al palaPerusini dopo il successo al via in campionato sulla Goldengas Senigallia avversaria odierna dei cantierini, è stata in equilibrio per tre quarti con gli ospiti che nel terzo periodo hanno addirittura ribaltato l'inerzia della gara e hanno chiuso avanti. Nella frazione finale, però, il play-guardia Alessandro Cassese con 7 punti in fila e le prime due triple degli ultimi dieci minuti di gioco ha aperto un fuoco di fila di centri dall'arco, in cui gli sono andati a ruota il pari ruolo italo-argentino Adrian Chiera con tre bombe, Miani con altre due, Hassan e l'ala Leonardo Battistini con una a testa. Quest'ultimo è stato autore anche di un 2+1 nei 10 punti segnati da lui nella fase decisiva della partita. Per la terza giornata di fila è risultato il top scorer della squadra con altri 23, dopo i 45 nei primi due turni, prendendo subito la guida della gara assieme al play Eugenio Rota, che 10 punti li ha fatti già nel primo quarto per 12 in tutto alla fine. La Gesteco domani a Mestre cercherà equilibrio e continuità tra le folate di gioco che aveva mostrato già contro Senigallia, assieme a cali improvvisi, e la prova monocorde fornita nella prima trasferta in casa della Virtus Padova senza apprezzabili cambi d'intensità.

FALCONSTAR KO ALL'OVERTIME CON 2 LIBERI AL 45'

I cugini della Pontoni hanno perso per 106-107 (21-28, 37-45, 60-69, 90-90) dopo un tempo supplementare già in serata a Monfalcone contro i marchigiani della Goldegans Senigallia lo scontro diretto fra squadre ancora al palo in classifica assieme anche alla Guerriero Ubp Padova. In una partita sempre in rimonta, sono stati beffati a tempo scaduto da due tiri liberi realizzati dagli ospiti e restano a zero punti assieme ai patavini, con i quali recupereranno la seconda d'andata il 14 gennaio 2021 a Monfalcone. La squadra di coach Luigi Tomasi, che nel derby aveva poggiato il gioco sugli esterni Giulio Casagrande che si ripetuto e Giulio Candotto oltre che sul centro Devil Medizza, avrà ancora almeno fino a gennaio i prestiti temporanei del play Marco Bacchin dalla Calligaris Csb Corno di Rosazzo e del centro Milisavljevic dallo Jadran Trieste in attesa che con l'anno nuovo parta, si spera, anche la serie C Gold in cui militano le loro squadre. Il play Matteo Schina si è tolto dalla partita a inizio secondo quarto per cinque falli personali, compreso un tecnico. Bene nella ripresa capitan Luca Bonetta, uscito pure per il quinto fallo nel supplementare che ha dato a Senigallia i tre liberi del 105 pari, Murabito e Macaro. Sull'88-86 scellerata una palla persa su rimessa da Andrea Schina e Candotto, preludio al 90 pari al 40' con tripla di Gurini.

IN A TRIESTE DOMANI SERA SU RAISPORT

Nella Venezia Giulia domani, alle 20.45 (arbitri l'aretino Michele Rossi di Anghiari, il tarantino Fabrizio Paglialunga di Massafra e il brindisino Dario Morelli), posticipo tv in chiaro su Rai Sport dal palaRubini di Trieste per Allianz-Dolomiti Trento dodicesima d'andata di serie A, unico campionato professionistico di basket in Italia. Massima divisione che si dibatte, però, fra crisi societarie come quella che ha portato la Virtus Roma alla rinuncia e all'esclusione dal campionato, ora a 15 squadre, e focolai Covid che hanno imperversato per tutto novembre e inizio dicembre soprattutto a spese dei giuliani. La squadra di coach Eugenio Dalmasson, l'unica ad avere giocato finora solo sette gare, deve risollevarsi dall'ultimo posto che condivide con la Lavoropiù Fortitudo Bologna e condannerebbe alla retrocessione a fine stagione regolare. Regolare? Parola grossa!