primo piano

Cambio di rotta in casa Udinese: ora Gotti potrebbe anche restare

Scenari imprevedibili in casa bianconera. Dai primi contatti tra società e Gotti è emersa la volontà di provare a continuare insieme. L'allenatore ha fatto sapere di voler dare priorità all'Udinese,...

Stefano Pontoni

Scenari imprevedibili in casa bianconera. Dai primi contatti tra società e Gotti è emersa la volontà di provare a continuare insieme. L'allenatore ha fatto sapere di voler dare priorità all'Udinese, nonostante le altre offerte ricevute. La disponibilità del tecnico al rinnovo, anche per una sola stagione, c'è. La proprietà sta riflettendo su questa possibilità.

Un netto cambio di rotta rispetto ai giorni scorsi, quando la rottura sembra essere imminente. Gli altri nomi sondati non convincono, chi per ragioni economiche come Giampaolo, chi per garanzie tecniche come Maran. Zanetti, l'obiettivo numero uno, resta un'operazione difficile vista la volontà del Venezia di provare a trattenerlo a tutti i costi. Oggi in laguna è previsto l'incontro tra l'allenatore della promozione e il presidente arancioneroverde Niederauer, un incontro che potrà avere conseguenze importanti anche sul futuro della panchina friulana. 

Decisive le prossime ore, i dialoghi e i bilanci con Gotti sulla stagione scorsa proseguono ininterrottamente. Nulla è ancora deciso ma c'è molto più favore nei confronti del tecnico originario di Adria e se Zanetti non dovesse liberarsi allora le percentuali di una riconferma salirebbero in maniera esponenziale.

Gotti potrebbe restare? Sì ma con uno staff diverso a disposizione. E' già sicuro l'addio del preparatore atletico Giovanni Brignardello. In uscita anche Giampiero Pinzi, che potrebbe seguire l'ex compagno bianconero Maurizio Domizzi.