C'è un grande rapporto tra Di Natale e Guidolin. Entrambi lo hanno confermato in ogni occasione, nonostante poi in campo se ne dicano di tutti i colori. Battibeccano sempre i due sul campo di gioco, quando il mister da suggerimenti, Totò è sempre pronto a replicare. Il loro rapporto sembra un odio-amore continuo, ed anche in questa stagione lo abbiamo visto in più di un'occasione. Basta tornare indietro a questo inverno, quando Guidolin punì Di Natale con la non convocazione, dopo un litigio con lo staff del mister. Anche questa sera, Di Natale non ha preso bene la sostituzione di Guidolin e, sedutosi in panchina, ha continuato a sborbottare con parte dello staff del tecnico. Alla reazione di Totó ha sicuramente influito il rigore fallito e il risultato in bilico fino alla fine. Di Natale voleva fare ancora del suo alla partita, mentre Guidolin ha preferito toglierlo, sia perché il suo errore dal dischetto lo poteva condizionare per il resto della gara, ma anche perché il capitano bianconero va gestito, considerando sempre i prossimi importanti impegni. L'attaccamento alla maglia di Di Natale è forte. I colori bianconeri sono la sua seconda pelle. Il capitano è sanguigno e vuole dare sempre il massimo e aiutare la squadra. D'altra parte Guidolin fa le sue scelte, che nella maggior parte delle occasioni si rivelano giuste. Nelle prossime ore vedremo gli sviluppi di questa vicenda.

Sezione: Notizie / Data: Mer 08 maggio 2013 alle 23:40
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @Sbentivogli10
vedi letture
Print