Vinto, convincendo, al Carnera il recupero della seconda d'andata del girone verde di serie A2 con l'Ucc Assigeco Piacenza, spareggio per accedere alla Final eight di coppa Italia, l'Old Wild West Apu Udine marcia su Casale Monferrato forte di tre successi, a Treviglio e con Capo d'Orlando gli altri due, che hanno archiviato il filotto di sei sconfitte seguito a sette gare vinte e una persa. Oggi, alle 18 (arbitri il livornese Stefano Ursi, il milanese Mattia Eugenio Martellosio di Buccinasco e il ravennate Fabio Bonotto; diretta streaming su Lnp Pass per abbonati), per la settima di ritorno al palaFerraris di Casale l'Oww ritrovata affronta la Novipiù Jb Monferrato che all'andata ha inflitto il primo dispiacere agli udinesi per 66-79 interrompendo l'en plein di cinque vittorie iniziali dell'Apu. La trasferta è l'occasione per cancellare quella macchia che ha un'aggravante: aver perso con i piemontesi presentatisi a Udine con roster ridotto ai minimi termini, cinque senior e tre junior di solito fuori rotazioni. Forse, quel precedente nasconde un indizio: la tendenza dei bianconeri ad adattarsi non solo al gioco, ma anche all'organico degli avversari di turno. Com'era parso già a Trapani, espugnata a fatica nonostante fosse priva dei suoi due Usa. Ricadere in tentazione per la terza volta farebbe una prova, ma capitan Michele Antonutti indica la via del riscatto ai compagni, magari ribaltando la differenza canestri come con l'Assigeco: dal -11 (91-80) nella seconda di ritorno a Piacenza al +12 (94-82) nel recupero dell'andata al Carnera, perché il calendario causa Covid porta a queste inversioni. La banda di coach Matteo Boniciolli, comunque, non pare in vena di fare regali agli avversari; meglio farlo al capitano che in settimana ha compiuto 35 anni (auguri).

Si fa interprete del rinato spirito Apu l'altro veterano, il play-guardia Marco Giuri: “A Casale ci aspetta un'altra partita difficile perché ci ha battuto all'andata nonostante le assenze che aveva, vuol dire che è una squadra solida e proprio nelle difficoltà si compatta di più. Noi siamo in un buon momento e andiamo lì per vincere e cercare di pareggiare lo scontro diretto”. Giusto pensarla così a scanso di equivoci, perchè anche oggi la Novipiù sarà rimaneggiata e tutto ruota attorno ai malanni della sua guardia Lucio Redivo. Infortunatosi al bicipite femorale della coscia sinistra il 6 febbraio nel ko per 81-77 a Milano contro l'Urania, l'argentino di origini italiane non sarà della partita come già a Udine. Sottoposto a risonanza magnetica il 9 febbraio alla clinica Fornaca di Torino, gli è stata riscontrata una lesione di entità media e la rivalutazione strumentale era prevista a venti giorni dalla prima. Al Carnera a Santa Lucia era rimpiazzato in quintetto dall'americano Corban Collins guardia a gettone, artefice con 15 punti e 7 assist del sacco udinese assieme all'altro statunitense Sam Thompson (24) guardia-ala, all'ala Daniel Donzelli (7) uscito per cinque falli al 35', al play Fabio Valentini (20 con 5 su 9 al tiro da tre) e al centro di 2,14 Gora Camara: 13 punti in doppia doppia con 10 rimbalzi. Dopo Milano, la Jb Monferrato non è ricorsa a un altro “gettonaro” per sostituire Redivo e, all'indomani della successiva sconfitta in casa con Mantova per 55-70, il capoallenatore Mattia Ferrari si è dimesso in disaccordo con la società. La panchina è stata affidata al suo primo vice Andrea Valentini e al secondo Andrea Fabrizi, che hanno esordito buscandole per 104-68 a Bergamo, dov'erano privi anche di Donzelli, e poi perso di misura per 78-76 a Trapani.

Oggi l'Oww avrà di fronte un solo straniero, Thompson, partito in quintetto nell'ultimo turno con Donzelli, Fabio Valentini e Camara che c'erano a Udine e la guardia Simone Tomasini, uno dei tre italiani assenti al Carnera. Gli altri erano l'ala-centro Niccolò Martinoni e il play Luca Valentini, fratello maggiore di Fabio, cambi a Trapani. Occhio a non scherzare con il fuoco, perché ai siciliani mercoledì c'è voluto un tiro dell'ala-centro a stelle e strisce Shonn Miller a un secondo dalla fine per piegare gli ospiti. L'assistente allenatore dell'Apu, Simone Lilli, inoltre paventa l'impiego di Redivo fra i piemontesi. L'Oww, dopo il brodino preso a Treviglio e la gara comandata per tre quarti con Capo d'Orlando, è parsa comunque in controllo per 40 minuti contro Piacenza con buon contributo collettivo. A Casale l'ala bianconera Nazzareno Italiano, già in Monferrato nel 2018-'19, giocherà in maschera per una botta al naso contro gli emiliani. Da spettatore farà il play-guardia Andrea Amato, che poi rientrerà con l'Apu per proseguire la riabilitazione dopo l'intervento di ernia del disco, mentre la guardia Vittorio Nobile riprenderà ad allenarsi dopo la lesione all'adduttore destro e potrebbe tornare in squadra il 28 febbraio contro Verona. Intanto, vittoriosa ieri a Milano per 78-72 su Biella (Carroll 25 punti, Marco Laganà 16, Hawkins 12), l'Urania (Raivio 20, Montano 16, Langston 13), ha riagganciato l'Oww a quota 20 al secondo posto.                            

Sezione: Focus / Data: Dom 21 febbraio 2021 alle 09:56
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print