Doppia prova del nove per la Gesteco Ueb Cividale, mentre la Pontoni Falconstar Monfalcone resta di nuovo ai box nella terza d'andata del girone C di seconda fase di serie B. I ducali del presidente Davide Micalich, reduci da 8 vittorie dalla seconda di ritorno del sottogirone C1 e vinte tutte le 8 gare al palaPerusini in campionato, oggi alle 19 (arbitri il muggesano Matteo Roiaz e il pordenonese Marco Zuccolo; diretta tv su Telefriuli e streaming su Lnp Pass per abbonati) ospitano la Rennova Teramo a Spicchi 2K20, cenerentola nel sottogirone C2 e penultima ora nel girone C, che debutta in seconda fase perché messa in quarantena fiduciaria dall'Asl di Teramo fino a martedì scorso avendo finito la prima fase il 7 marzo perdendo a Roseto contro la Liofilchem nel cui gruppo squadra sono risultate due positività al Covid-19. Per questo i cantierini rinviano a data da destinarsi il turno con i rosetani che era in calendario oggi, mentre quello scorso con i teramani è slittato a giovedì 1 aprile.

GESTECO CON TERAMO PER IPOTECARE I PLAY-OFF

Facendo a... spicchi Teramo – TaSp 2K20 (sigla di un videogioco Nba) nata nel 2007 e iscritta alla B dal 2020 acquisendo il diritto sportivo di Teramo basket 1960, che ha avuto trascorsi in A nel primo decennio Duemila e non più ammesso dal 2012-2013 – la squadra di coach Stefano Pillastrini non solo centrerebbe 9 successi di fila in campionato e al palaPerusini inviolato, ma ipotecherebbe i play-off con 5 turni d'anticipo specie se perdesse l'Aurora Jesi, oggi a San Vendemiano, e pure se vincesse Giulianova, domani a Mestre, le prime avversarie battute dalla Gesteco nella seconda fase. L'Ueb, che non perde dal 23 gennaio nella prima di ritorno del sottogirone C1 a Senigallia, salirebbe a 26 punti in classifica agganciando in vetta almeno per una sera la capolista Ristopro Fabriano, impegnata domani nel derby marchigiano a Senigallia. Sarebbe a +10 sull'ottava e ultima avente diritto ai play-off, con confronti diretti favorevoli su Jesi e Giulianova. Teoriche possibilità di scalzarla avrebbero solo la Falconstar, sotto 0-2 con l'Ueb, e la Goldegans Senigallia, a -11 in differenza canestri con i ducali, ma per farcela dovrebbero vincere sempre sino a fine girone C e Cividale perdere sempre. Insomma, capitan Giovanni Fattori e compagni si metterebbero in viaggio per la Final eight di coppa Italia – per la quale l'Ueb ha presentato ieri la maglia celebrativa che poi andrà all'asta benefica, prima tappa Rimini nei quarti contro Agrigento – già qualificati per uno dei 4 tabelloni promozione, per altrettanti posti in A2, in cui incroceranno il girone D. Di ritorno dalla Coppa, magari con una bella sorpresa la domenica di Pasqua, potrebbero dedicarsi solo a lottare per il miglior posto in griglia play-off a cominciare dalla trasferta dell'11 aprile a Roseto, risanata.

ALTRA BATTAGLIA COME A GIULIANOVA VIOLATA

Intanto, però, è da regolare il conto con Teramo, che coach Giorgio Salvemini annuncia pronta a dare battaglia alla vigilia per la quale gli abruzzesi si sono acquartierati al Bella Italia Efa village di Lignano, al quale è sfuggita l'organizzazione della Final eight di coppa Italia di A2 e B in programma dal 2 al 4 aprile a Cervia e, solo per i quarti della cadetteria, a Rimini. Gli “spicchi” più gustosi della TaSp 2K20 sono il play-guardia Gianmarco Rossi, trentenne da 16,6 punti e un paio di assist a gara, l'ala-centro Edoardo Tiberi, 2 metri che finora viaggia quasi in doppia doppia con 14,5 punti e 9,4 rimbalzi, e la guardia-ala Giorgio Bonaventura da 14,4 punti, 4,8 rimbalzi e 4,2 assist. A questa spina dorsale ospite i ducali hanno da opporre il loro assetto collaudato, alla cui continuità coach Pillastrini ha apportato una novità mercoledì a Giulianova con il ritorno in quintetto base dell'ala-pivot Fattori, di casa in Abruzzo fra Campli e Roseto, al posto dell'ala Gabriele Miani. La vittoria per 63-75 (21-12, 37-23, 56-46) nella prima trasferta abruzzese della Gesteco è fatta apposta per rispondere al grido di battaglia lanciato ora dal “capobanda” teramano Salvemini. Avversario più ruvido di Giulianova, a cui l'Ueb ha saputo far fronte senza perdere la testa nonostante la partenza ad handicap, è difficile immaginarlo. Nel secondo quarto Cividale su 11 punti ne ha segnati 8 ai tiri liberi, mentre nei 12 del primo non ne aveva avuti, e un solo canestro su azione grazie a una tripla del capitano. Raddoppiato il bottino di tutto il primo tempo nel solo terzo quarto, nell'ultimo con un perentorio 7-29 ha avuto ragione dell'ardore agonistico dei padroni di casa. Sugli scudi Leonardo Battistini al top stagionale di punti, 29 (più 11 rimbalzi), come a Senigallia, fromboliere a volte fuori dagli schemi tanto più importante quando li negano alla Gesteco e cercato dai compagni che sanno sempre individuare l'uomo partita. E' stato ben spalleggiato da Norman Hassan, 14 punti con 4 su 6 da tre, e dal play Eugenio Rota, 13 con 6 assist. Sotto a chi tocca oggi contro Teramo con l'aggiunta di Alessandro Cipolla, play-guardia che ha debuttato a Giulianova.            

Sezione: Basket / Data: Sab 27 marzo 2021 alle 11:11
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print