basket

La Delser vuole continuare a stupire contro Crema

La Delser vuole continuare a stupire contro Crema

La capolista rivelazione ha un'onta da lavare: una sola sconfitta in tutta l'andata, ma se la ricorda bene. Ha inanellato dodici vittorie nella parte ascendente di stagione regolare ed è in serie utile da undici partite, dopo...

Valerio Morelli

La capolista rivelazione ha un'onta da lavare: una sola sconfitta in tutta l'andata, ma se la ricorda bene. Ha inanellato dodici vittorie nella parte ascendente di stagione regolare ed è in serie utile da undici partite, dopo avere anticipato la quinta di ritorno del girone Nord di serie A2 femminile sabato scorso contro l'Alpo (Verona) al Benedetti. La Delser Crich Lbs Udine vi torna a giocare oggi, alle 19 (arbitri il ferrarese Stefano Bonetti e il reggiano Andrea Cassinadri di Bibbiano, diretta streaming sulla pagina Facebook Libertas basket school), ospitando la Parking Graf Crema che finora è stata l'unica a rimandare le friulane a casa battute per 70-54 (18-15, 34-31, 49-45) nella terza di campionato. Capitan Eva Da Pozzo e compagne, campionesse d'inverno e già qualificate per la loro prima Final eight di coppa Italia storico traguardo per la società del presidente Leonardo De Biase, sono in fuga con 8 punti di vantaggio in classifica sulle lombarde, le quali però hanno disputato due gare in meno. Sono a +8 pure su Moncalieri, Castelnuovo Scrivia e Vicenza, che ne hanno una sola in meno. La Parking Graf del coach triestino Giuliano Stibiel, già allenatore allo Sporting club Udine in A2 2012- '13, mercoledì poi recupererà a Bolzano la decima d'andata e in quattro giorni potrebbe dimezzare lo svantaggio in graduatoria rispetto alle ragazze del collega Alberto Matassini, se riuscirà a centrare la doppietta di successi. Vincendo al Benedetti l'odierno incontro di cartello Crema non farebbe altro che tenere fede ai pronostici della vigilia del torneo, che davano le detentrici della coppa Italia tra le squadre più accreditate per la promozione in A1.

Se le cremasche avranno voglia di confermare le attese che si appuntano su di loro, le friulane vogliono continuare a stupire: stessa fame per due squadre mai sazie di successi. Di questo spirito si fa interprete in casa Delser la playmaker Antonia Peresson, l'americana di Pordenone della squadra udinese. “Arriviamo alla sfida – ammette – con il desiderio di rifarci della sconfitta subita all'andata e con la consapevolezza del percorso di crescita che, come squadra, abbiamo compiuto finora. Arriviamo al match determinate e con la voglia di continuare a metterci in gioco con la grinta e la caparbietà che ci stanno caratterizzando. La partita sarà di sicuro tosta. Crema è una squadra molto ben strutturata, con giocatrici di indubbio valore. Da parte nostra c'è grande motivazione per questa nuova opportunità di affrontare una big del campionato”. Big che ruota attorno a un nucleo storico ricco di talento: la play Giulia Gatti 11 punti all'andata partendo dalla panchina con Norma Rizzi (5) al suo posto in quintetto base, la coppia di guardie Francesca Melchiori (14) e Paola Caccialanza (11), l'ala Carolina Pappalardo (7) e la pivot Alice Nori (12) sono top player per la categoria. La Delser tenette loro testa per tre quarti, salvo cedere per 21-9 nell'ultimo. Rivaleggiò grazie ai 19 punti segnati dalla Peresson, autrice di un 5 su 8 al tiro da tre pari al 62% di realizzazione. La spalleggiò in doppia cifra solo la guardia Anna Turel con 11 punti, mentre l'ala nazionale slovena Tina Cvijanovic (7) giocò 24 minuti perché fu l'unica a uscire dal parquet per cinque falli personali.

A proposito di quest'ultima, siccome è stata di nuovo convocata dalla Slovenia per un raduno a Lubiana da domenica 31 gennaio a quella del 7 febbraio per difendere il primato nel girone di qualificazione all'Europeo di Francia e Spagna 2021 affrontando giovedì 4 febbraio la Bulgaria e sabato 6 l'Islanda, la quarta di ritorno della Delser a Vicenza è stata anticipata a sabato 30 gennaio, mentre la Lbs ha già vinto l'anticipo della quinta con l'Alpo. Restano, invece, ancora da fissare la sede e la data della Final eight di coppa Italia perché nel girone Sud di A2 ci sono molti recuperi dell'andata da disputare. Com'è noto, la Libertas basket school si è messa in concorrenza con Selargius (Cagliari) per ospitare a Udine la fase finale di Coppa la settimana del primo maggio.

Infine, in settimana è stata tesserata la guardia udinese del 1999 Alice Milani che torna in patria dopo quasi un lustro speso bene a San Martino di Lupari, giocando dalle giovanili all'A1 passando per l'A2. La figlia d'arte di papà Achille, che allena le under 16 della Lbs e ha curato i primi passi cestistici di Alice all'Ubc costruendole attorno squadre della sua annata, non dovrebbe però debuttare oggi contro Crema. Il suo esordio nella rosa a disposizione di coach Matassini dovrebbe avvenire sabato prossimo a Vicenza. La vendetta odierna possono togliersi lo sfizio di servirla le “delserine” protagoniste di un girone d'andata alla grande. Che l'unica macchia sia lavata!