basket

Gioved? importante per la Falconstar e per la Gesteco

Gioved? importante per la Falconstar e per la Gesteco

Giovedì importante, oggi, per le due squadre del Friuli Venezia Giulia nel girone C1 di serie B. Il fanalino di coda Pontoni Falconstar Monfalcone, che è ancora al palo in classifica, cercherà i primi punti stagionali in...

Valerio Morelli

Giovedì importante, oggi, per le due squadre del Friuli Venezia Giulia nel girone C1 di serie B.

Il fanalino di coda Pontoni Falconstar Monfalcone, che è ancora al palo in classifica, cercherà i primi punti stagionali in campionato giocando, alle 19.30, alla palestra polifunzionale di via Baden Powell nella città dei cantieri il recupero della seconda d'andata con la Guerriero Ubp Padova. I patavini, debuttanti in questo campionato dove all'esordio hanno perso con Vicenza, si sono rimessi in moto dopo tre rinvii a causa di un focolaio Covid e, battuta la Vega Mestre, sono stati superati per 83-75 sabato scorso a Cividale dalla Gesteco Ueb. La Pontoni ora affidata a coach Matteo Praticò, che ha perso le due trasferte a San Vendemiano ospite della Rucker per 80-77 e per 69-62 a Rubano in casa dell'Antenore Virtus Padova (con cui domenica si è rivisto sul parquet per 2 minuti l'udinese Michele Ferrari), tenterà di rifarsi a domicilio prima di chiudere l'andata sabato, alle 19.30, sempre fra le mura amiche del palaPaliaga contro la capolista Tramarossa Vicenza. I cantierini devono ritrovare l'entusiasmo di squadra del territorio che li aveva portati in B con il precedente allenatore Luigi Tomasi il quale, dimettendosi dopo le tre sconfitte iniziali di questa stagione a Mestre, nel derby a Cvidale e al supplementare con la Goldegas Senigallia in casa, ha salutato fra gli altri “i quattro ragazzi che hanno rappresentato il talento, l'intelligenza e il cuore della mia Falconstar: Bonetta, Colli, Andrea Schina e Scutiero”. Ebbene, di questi coach Praticò nell'ultima uscita ospite della Virtus Padova aveva a disposizione solo la guardia Schina: assente il play capitan Luca Bonetta, fuori l'altro regista Alessandro Scutiero prima per gli ormai cronici problemi a un ginocchio e poi anche per Covid, mentre l'ala-pivot Andrea Colli non ha cominciato la stagione per i suoi impegni professionali all'ente porto di Trieste. Invertire la rotta, però, si può e si deve.

Oggi la Gesteco non ha impegni agonistici, ma il suo ventunenne pivottone di 2,12 Alessandro Vigori, infortunatosi nella seconda d'andata a Mestre, sarà operato al ginocchio destro per la ricostruzione del legamento crociato al Salus hospital di Reggio Emilia dal dottor Rodolfo Rocchi, ortopedico ufficiale della sua Pallacanestro Reggiana da cui è arrivato in prestito all'Ueb. Vigori è già stato sottoposto a intervento chirurgico in passato allo stesso ginocchio. Stavolta la ricostruzione gli sarà fatta con il suo stesso tendine rotuleo, il che assicura una più solida tenuta postoperatoria dell'articolazione. Ha, però, tempi di recupero più lunghi rispetto all'intervento con trapianto e il ritorno agonistico del buon Alessandro sul parquet avverrà, quindi, nella prossima stagione. Mentre i suoi compagni ducali salutavano Vigori sabato scorso dopo il successo sull'Ubp Padova, mister “ventello” e “doppia doppia” Leonardo Battistini faceva notare alla banda di coach Stefano Pillastrini: “Ragazzi, abbiamo centrato le prime due vittorie consecutive”. Dando il primo dispiacere stagionale alla fin lì imbattuta Vicenza e domando, poi, la Guerriero facendo poker di successi, ma tutti al palaPerusini dopo quello storico e inaugurale su Senigallia e nel derby Fvg. Ora, però, tra fine andata e inizio ritorno la squadra del presidente Davide Micalich è attesa da un doppio esame trasferta: sabato, alle 18.30, al palaSaccon di San Vendemiano e domenica 24 gennaio nell'unica trasferta nelle Marche del girone C1 di B. E sinora fuori capitan Giovanni Fattori e compagni sono tornati a casa a mani vuote da Mestre e Rubano, dove gioca la Virtus Padova. Se oggi si opera Vigori dell'Ueb, alla Rucker martedì in allenamento l'ala trevigiana Dorde Malbasa nel tentativo d'intercettare un pallone si è procurato la frattura composta del dito indice della mano sinistra e dovrà sottoporsi a intervento chirurgico. Ciò dopo l'infortunio all'ex Orzinuovi, Giacomo Siberna, con tempi di recupero da quantificare e il brutto ko a Senigallia nell'ultima di campionato. Insomma, a fine andata la Gesteco può sbloccarsi in trasferta. Per inizio ritorno si vedrà.