basket

Gesteco cerca il poker interno contro l’UBP

Gesteco cerca il poker interno contro l’UBP

Fatto già il tris superando la Goldengas Senigallia, la Pontoni Falconstar Monfalcone e la fin lì imbattuta capolista Tramarossa Vicenza, la Gesteco Ueb Cividale cercherà d'infilare il poker di vittorie interne...

Valerio Morelli

Fatto già il tris superando la Goldengas Senigallia, la Pontoni Falconstar Monfalcone e la fin lì imbattuta capolista Tramarossa Vicenza, la Gesteco Ueb Cividale cercherà d'infilare il poker di vittorie interne contro la rediviva Guerriero Ubp Padova oggi, alle 19.30 (arbitri il muggesano Matteo Roiaz e il pordenonese Marco Zuccolo, diretta tv su TeleFriuli e streaming su Lpn Passa per abbonati), al palaPerusini dove ritorna a giocare per la sesta giornata d'andata del girone C1 di serie B a tre giorni dal turno infrasettimanale dell'Epifania quando ha fatto lo scalpo ai berici, battuti per 75-70. Invece, i cugini cantierini, caduti di misura per 80-77 anche a San Vendemiano al debutto della nuova gestione tecnica affidata a coach Matteo Praticò, tenteranno di fare i primi punti in campionato di nuovo in trasferta domani, alle 18 (arbitri il ferrarese Stefano Bonetti e il forlivese Edoardo Ugolini), a Rubano in casa dell'Antenore energia Virtus Padova.

LA GESTECO CERCA IL POKER INTERNO CONTRO L'UBP

La squadra di coach Stefano Pillastrini sul parquet ducale finora non ha conosciuto avversari in grado di strapparle i due punti in palio. Anche contro Vicenza del navigato collega Cesare Ciocca, che a Cividale ha interrotto la sua serie di quattro risultati utili di fila (i due in trasferta ospite delle formazioni patavine che questo fine settimana affrontano le nostre corregionali), gli uomini del “Pilla” hanno fatto con disinvoltura di necessità virtù. Si erano già riadattati nel vittorioso derby regionale e nella seconda trasferta a Trivignano contro la Vega Mestre a giocare senza il pivot Alessandro Vigori, per il quale la stagione è finita perché a giorni sarà operato dall'ortopedico reggiano Rodolfo Rocchi per la ricostruzione del legamento di un ginocchio laceratosi alla seconda d'andata sul campo della Virtus Padova, prima uscita del torneo per l'United eagles basketball. Nel big match dell'Epifania si sono superati non solo perché hanno dato il primo dispiacere stagionale alla capolista, ma anche perché hanno saputo fare fronte ad altri due imprevisti. Uno si è presentato all'ultimo tampone pre-gara da cui è emersa la positività al Covid dell'ala codroipese Gabriele Miani che, portato a giocare da numero 4 atipico con capitan Giovanni Fattori centro al posto di Vigori infortunato, ha lasciato ulteriormente sguarnite le “aquile” cividalesi vicino a canestro. Come se non bastasse, l'ala Leonardo Battistini, top scorer ducale con 19,6 punti a partita, dopo soli 3 minuti dello scontro al vertice aveva già due falli personali a carico e si è rivisto sul parquet per altri 5 solo nel secondo quarto per chiudere nella ripresa con 25 d'impiego in tutto. Guidati con autorevolezza dal play Eugenio Rota, che ha smazzato 8 assist in 36 minuti sul parquet, i friulani hanno comandato la gara per 36 minuti, sono stati sotto per 3, con nove cambi di guida e due parità; hanno avuto un massimo vantaggio di 12 punti al 37' (72-60) e un massimo svantaggio di 3 al 14' (27-30). Hanno chiuso con quattro giocatori in doppia: Fattori 21 punti, che da due turni ha ereditato il vizietto del “ventello” da Battistini, che stavolta si è fermato a 17; 15 ne ha segnati la guardia Adrian Chiera, con un 5/6 pari all'83,3% nelle triple mettendone due nel primo e tre nel terzo quarto, corredate da 5 assist e una stoppata data al lignanse Raphael Chiti a fine terzo quarto. Dieci punti, infine, ha fatto l'esterno Norman Hassan, bocca da fuoco alla sua prima “doppia” cividalese essendosi aggregato solo alla terza di campionato in uscita da Matera quale rinforzo dopo il ko di Vigori. Da non sottacere la prova del fresco ventenne Daniel Ohenhen che, schierato per 17 minuti e mezzo per sopperire ai problemi di falli di Battistini, ha segnato 3 punti, preso 4 rimbalzi offensivi e tirato 2 stoppate. Insomma, la Gesteco ha mostrato un bel biglietto da visita di squadra in salute dopo la doppia sosta di Natale e capodanno. Vorrà certo ripresentarlo oggi alla Guerriero che, persa male la prima di campionato con Vicenza, si è ripresentata sul parquet alla befana dopo un mese di stop forzato causa Covid rispedendo a casa battuta per 78-64 Mestre, seconda forza al pari dell'Ueb e della Rucker San Vendemiano. La Guerriero, che è alla prima trasferta del torneo, ha giocatori mestieranti di categoria con Nicolò Cazzolato dai nobili trascorsi trevigiani. Il presidente delle “eagles” Davide Micalich, che aveva già pronosticato la vittoria sulla capolista Vicenza, detta la via: “Dobbiamo ripeterci, perché poi ci attende una trasferta insidiosa a San Vendemiano”. Trasferte che finora sono state il tallone d'Achille dell'Ueb, ma prima c'è l'Ubp da battere.

FALCONSTAR PER SBLOCCARSI IN CASA VIRTUS PADOVA

Stop all'Ubp che sarebbe un favore fatto ai cugini cantierini, che cercheranno di sbloccarsi in classifica riagganciando l'Antenore che ha all'attivo solo il successo sull'Ueb alla seconda d'andata. La cura Praticò, dopo le dimissioni di coach Luigi Tomasi, ha portato la Pontoni a una prova gagliarda a San Vendemiano nel turno epifanico, ma alla Falconstar servono punti per lasciare quota zero. Tra domani e giovedì, quando arriverà a Monfalcone la Guerriero per il recupero della seconda d'andata, potrebbero arrivarne 4 per ridare l'entusiasmo su cui giocano i canterini che rientrerebbero in una classifica spaccata in due con quattro squadre in coda e altrettante al vertice.