Oggi, al palaBenedetto di Cento, il mezzogiorno di fuoco fra la Reale Mutua Torino e l'Urania Basket Milano (arbitri Terranova, Saraceni e Calella) inaugura i quarti di finale di Supercoppa Centenario Lnp 2020 Old Wild West di serie A2, Final eight organizzata dalla Benedetto XIV Cento per la quale si sono qualificate le vincitrici dei sette gironi della fase eliminatoria oltre alla Tramec Cento, società ospitante, e che si chiuderà con la finale di domenica.

A seguire sempre oggi alle 15, con orario d'inizio di tipo calcistico, l'Apu Old Wild West Udine se la vedrà contro l'Unieuro Forlì (arbitri Catani, Ferretti e Patti) e giocherà conoscendo già la prima semifinalista di Supercoppa perchè domani, alle 18, a chi vincerà tra i friulani e i romagnoli toccherà la vincente fra i piemontesi e i lombardi nel match odierno d'apertura.

Completano il tabellone dei quarti del trofeo Lnp 2020, giunto alla quinta edizione, Npc Rieti - Givova Scafati (arbitri Radaelli, Pazzaglia e Caruso) in programma oggi alle 18 e per finire, alle 21, Top Secret Ferrara - Tramec Cento (Dionisi, Centonza e Bonotto). Le vincitrici di queste sfide domani, alle 20.45, daranno vita all'altra semifinale in vista della finale di domenica alle 18.15.

L'OwwApu, che non è un'habituée della competizione avendo raggiunto i quarti della Supercoppa solo nella stagione 2017 - 2018 dopo la promozione in A2 nel 2016, ha lasciato a Udine il giovane centro John Paul Onyekachi Agbara per proseguire la riabilitazione dopo la distorsione capsulo - legamentosa alla spalla destra subita in allenamento nelle settimane scorse. L'Apu ha recuperato invece gli altri pivot infortunati Nana Foulland, che aveva una distorsione alla caviglia sinistra, e Francesco Pellegrino, reduce da un'infrazione alla base del secondo raggio metacarpale della mano sinistra. Proprio nel settore lunghi l'Oww ha lasciato a casa, obtorto collo, pure il free agent Marco Maganza che aveva sopperito alla grande sotto canestro alle defezioni nelle ultime amichevoli e dato una mano nella fase di qualificazione della Supercoppa. Al pari dell'altro giocatore in prova, Riccardo Spangaro dalla Codroipese, Maganza ora però per poter giocare nella Final eight dovrebbe essere tesserato dall'Apu. Inoltre, l'Oww s'interroga se rischiare già nei quarti di Supercoppa i due americani, Dominique Johnson e Foulland, che comunque ha tesserato in anticipo rispetto all'inizio dell'A2 slittato al 22 novembre. Tenendo presente che nell'arco della stagione sono solo due i visti per giocatori stranieri, il sorvegliato speciale in casa Apu crediamo sia piuttosto il lungo, che sarebbe al rientro da infortunio in Supercoppa, piuttosto che la guardia americana.

Comunque sia, nel quarto di finale odierno - l'unico tra una squadra del girone verde di A2 (l'OWW) e una del gruppo rosso in campionato (Forlì) - Udine si trova ad affrontare una corazzata

della categoria, allenata da Sandro Dell'Agnello e capitanata dal play Jacopo Giachetti, i quali nelle interviste della vigilia hanno fatto esplicito riferimento a tutte le incertezze legate a questa stagione con il Covid-19 incombente di nuovo dopo la sospensione causa virus di quella scorsa a febbraio. “Ci presentiamo a questo evento - ha detto il tecnico - alla luce delle buone prestazioni fatte nelle amichevoli che abbiamo giocato pur non avendo mai avuto la squadra al completo. Proviamo a recuperare tutti e, a prescindere da chi scenderà in campo e in quali condizioni, lotteremo per far del nostro meglio e vincere. Sarà una gara difficile perché Udine, insieme a Torino, è la squadra che ha più brillato dall'inizio della preparazione ad ora”. “Sarà una partita durissima - gli fa eco capitan Giachetti - visto che affrontiamo subito una delle squadre che non si è nascosta e che ha allestito un roster importante per puntare alla promozione. Sono sicuro che sarà una battaglia e faremo del nostro meglio in un test che sarà molto importante per valutare la nostra situazione in vista dell'inizio del campionato”. Avvicinandosi il quale il presidente della Pallacanestro 2.015 Forlì, Giancarlo Nicosanti Monterastelli, ha lanciato attraverso una lettera aperta un accorato, ma inascoltato appello ad “aspettare qualche settimana (o anche mese)” pur di avere il ritorno del pubblico nei palasport. “Chiediamo solo - ha scritto tra l'altro - di spostare l'inizio del campionato a quando potremo avvicinarci il più possibile a quella “normalità” che tanto ci manca”.

In questo clima surreale, accresciuto dall'unico hotel convenzionato con la Supercoppa Lnp in cui sono alloggiate le squadre viaggianti, la banda di coach Matteo Boniciolli vuole continuare a inanellare successi dopo i tre ottenuti nel girone rosso di qualificazione a Mantova (58-67), con Verona (84-69) e Orzinuovi (95-81), mentre nel gruppo bianco che era a tre squadre Forlì ha vinto a Ravenna per 73-77 e ha rimandato a casa battuta Chieti per 76-59 nel secondo e decisivo turno. Chi vincerà oggi tra l'Oww e l'Unieuro avrà poi domani in semifinale, come detto, Torino o l'Urania Milano, il cui quarto odierno è l'unico fa due squadre del girone verde in campionato, mentre è tutto da “zone rosse” di A2 l'altro l'alto del tabellone della Final eight i Supercoppa. 

Se Udine passerà il turno, avrà una sfida intrigante specie contro i piemontesi. La Reale Mutua, infatti, è guidata da coach Demis Cavina, ex Snaidero in Legadue 2009 - 2010 e Gsa da cui fu esonerato in A2 2018 - 2019. All'ombra della Mole ha un quartetto di altri ex che hanno giocato a Udine. Il play Lorenzo Penna è stato dismesso dall'Apu dopo la stagione scorsa. L'altro regista italo - albanese Franko Bushati ha fatto 13 gare nella terza Gsa alla Lino Lardo nel 2018. Il centro italo - senegalese Ousmane Diop, scuola Feletto, ha debuttato in A2 nell'Apu matricola 2016-2017 e la stagione successiva vi ha fatto i primi play - off salvo firmare un quadriennale con la Dinamo Sassari nell'agosto 2018, anche per un tempestoso caso tra Udine e la Virtus Feletto. Infine, Mirza Alibegovic, figlio di capitan Teo della Snaidero tornata in A1 nel 2000, è una guardia - ala italo - Usa che in Friuli, quand'era di casa a Moruzzo, ha fatto le giovanili tra Cbu e in arancione, esordendo in Legadue nel 2009 - 2010 con papà Alibegovic manager e Cavina coach. 

Da non trascurare gli ex udinesi anche in caso di semifinale, anche questa tutta da girone verde in campionato, tra l'Oww e l'Urania. L'ala Andrea Benevelli e la guardia - ala Matteo Raspino hanno ballato una sola stagione, la 2017-2018, nella terza e ultima Gsa di coach Lino Lardo in A2. Il play, triestino sponda Azzurra, Stefano Bossi ha esordito in Legadue con la Snaidero nel 2011 e nella stagione successiva è retrocesso con la neonata Amici pallacanestro udinese, alias Gsa, dalla Dnb.

Se poi l'Oww dovesse approdare in finale di Supercoppa domenica, avrebbe da affrontare chiunque sia tra Rieti, Scafati, Ferrara o Cento una squadra del girone rosso di A2 e ci sarebbe da scomodare l'albo d'oro della manifestazione. La prima edizione, il 24 settembre 2016, se l'aggiudicò  infatti all'Unipol arena di Casalecchio di Reno la Kontatto Fortitudo Bologna di coach Boniciolli, neopromossa in A2, battendo in finale per 82-80 la Givova Scafati dopo avere eliminato in semifinale per 81-76 la Pallacanestro Mantovana allenata da Alberto Martelossi, ora senior assistant e dt Apu, in quella che fu l'unica Suprcoppa Lnp assegnata tramite Final four e non Final eight.

Infine, comunicazione di servizio per chi vuole vedere  la Supercoppa Lnp 2020. I quarti di finale odierni vanno solo in diretta streaming su Lnp Pass, per abbonati. Le semifinali di domani e la finale di domenica andranno in diretta digitale terrestre, in chiaro, sulle frequenze di MS Sport (in Friuli Venezia Giulia LCN 173), in diretta su canale 814 Sky MS Channel via satellite e in diretta streaming su Lnp Pass, sempre per abbonati. Udinese tv tornerà in onda per l'A2, quasi solo in casa. 

Sezione: Primo Piano / Data: Ven 13 novembre 2020 alle 09:52
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print