Per l'Udinese è tempo di terminare la preparazione delle maglie per la stagione 2024/25. L'inizio della prossima Serie A si avvicina a grandi falcate e la Lega ha pubblicato le indicazioni sulle divise. Con il termine massimo di consegna delle bozze fissato per il 15 luglio, è il momento di chiedersi come saranno le maglie dell'Udinese per la stagione 2024/25? 

LA STRUTTURA DELLA MAGLIA PER LA STAGIONE 2024/25: COME SARA' LA DIVISA DELL'UDINESE

Tutte le maglie per la stagione 2024 dovranno rispettare delle limitazioni nelle loro componenti. La Lega Serie A ha stabilito tre zone, ciascuna con regolamentazione diversa. Si parte da quella del colletto. Questa prima parte copre la fascia di 5 centimetri attorno al collo, laddove non vi sia un vero e proprio colletto. Qui non possono essere inseriti sponsor, mentre è possibile riportare un elemento identificativo del club. Nel caso dell'Udinese potrebbe esserci spazio per la celebre Zebretta, in alternativa allo stemma sociale. 

La zona del numero di maglia riguarda invece la parte posteriore della divisa e coinvolge il rettangolo che parte 2 centimetri sopra l'estremità superiore del numero (alto 25-30 centimetri), che termina 3 centimetri sotto quella inferiore e si allarga per altri 3 centimetri al lati delle estremità del numero stesso. In questa zona può essere riportato unicamente il numero identificativo del giocatore, nessuno sponsor o simbolo di sorta. Il font sarà standard per tutte le squadre e fornito dalla Lega. Nel caso dell'Udinese e delle altre squadre che adottano un design a strisce, cerchi o simili la Serie A indica di adottare un colore unico per questa zona, di modo da facilitare la lettura dello stesso. Ogni cifra del numero può contenere un simbolo identificativo della società, con una superficie di massimo 5 centimetri quadrati.

La zona della manica destra va lasciata libera per l'inserimento di patch indicate dalla Lega Serie A. La manica sinistra può invece essere occupata dagli sponsor. Eventuali elementi decorativi utilizzati non devono riportare lettere o numeri o fare riferimento a marchi commerciali.

Sulla divisa può comparire un unico stemma o elemento identificativo della squadra, in aggiunta a quelli indicati. Lo stemma della Società deverispettare queste dimensioni: 100 cm² per la maglia,  50 cm² per i pantaloncini; 50 cm² per i calzettoni,  5 cm² all'interno dei numeri. I nomi dei giocatori devono essere riportati in un colore in netto contrasto con quelli della divisa. Sono esclusi colori fluorescenti, oro e argento. Le lettere devono essere alte al massimo 7,5 centimetri.

MAGLIA CASA 2024/25: LE INDICAZIONI SULLA DIVISA DELL'UDINESE

Come da indicazioni della Lega, l'Udinese per la stagione 2024/25 utilizzerà una maglia bianconera. Le società devono infatti disporre di una prima divisa con i colori sociali e le novità saranno soprattutto di natura stilistica. Probabile vengano recuperate le classiche strisce verticali dopo la stagione passata, con un particolare accorgimento per rispettare le indicazioni della zona del numero. 

SECONDA MAGLIA 2024/25: LE INDICAZIONI SULLA DIVISA DELL'UDINESE

Per la seconda maglia le società devono adottare un colore in netto contrasto con quello della principale, di cui non deve contenere i colori se non come richiamo. Nel caso in cui vengano utilizzati più di 3 colori, uno di essi deve essere dominante sugli altri. Ecco quindi che le opzioni per le società si riducono: tinta unita oppure design particolare, ma diverso per stile e colori da quelli principali. Nello scorso campionato l'Udinese aveva adottato una maglia tinta unita color corallo con un design geometrico, dominante rispetto ai dettagli bianchi e blu. Per la stagione 2024/25 l'idea sarà simile, con colore diverso. Visto che nella passata stagione lo stemma della divisa principale è stato sostituito dalla Zebretta, lecito aspettarsi un'inversione dei ruoli.

TERZA MAGLIA 2024/25: LE INDICAZIONI SULLA DIVISA DELL'UDINESE

Per la terza maglia della stagione 2024/25 le indicazioni per l'Udinese sono simili a quelle della seconda. I colori dovranno essere in contrasti con le altre due e solitamente con questa divisa le società richiamano il passato. Nel 2021, in occasione dei 125 anni della squadra, la terza maglia era stata dedicata a celebrare la storia dei bianconeri. Nella prossima stagione probabilmente verrà invece adottato il colore sociale meno prevalente nella prima maglia, come accaduto in quella passata. Dato che la prima maglia era in larga parte bianca, la terza ha potuto essere nera.

Sezione: Focus / Data: Lun 08 luglio 2024 alle 21:00
Autore: Gabriele Foschiatti
vedi letture
Print