Alla riscoperta degli ex: Danilo, bianconero dal 2011 al 2018

02.03.2019 15:00 di Emanuele Calligaris Twitter:    Vedi letture
Alla riscoperta degli ex: Danilo, bianconero dal 2011 al 2018

Danilo Larangeira è un ex della partita di domani (Udinese-Bologna): ha giocato nell'Udinese per sette anni, facendo parte della società bianconera dal luglio 2011 all'agosto 2018, collezionando 282 presenze con 11 reti e 3 assist. Andiamo a rispolverare le stagioni sue e della nostra squadra nella permanenza del brasiliano a Udine.

Danilo nasce a São Bernardo do Campo, in Brasile, il 10 maggio 1984 (34 anni). E’ un difensore centrale che ha giocato, tra le tante, nell’Athletico Paranaense e nel Palmeiras; non vanta però presenze in Nazionale, nemmeno nelle selezioni giovanili.

All’età di 27 anni viene prelevato dall’Udinese (nel 2011) per 2 milioni di euro, questa la cifra pagata al Desportivo Brasil.

Debutta in bianconero quando in panchina c'è Guidolin. In che gara? Arsenal-Udinese del 16 agosto 2011, andata dei preliminari della Champions League; insomma, non una gara qualunque. Gioca per 90 minuti, sia all'andata che al ritorno, ma purtroppo sappiamo bene tutti come andò a finire... A settembre (2011) fa il suo esordio anche in Serie A (in Lecce-Udinese 0-2, dell'11 settembre), diventando ben presto una colonna difensiva (coi suoi alti e bassi), non solo della stagione 2011-12, ma anche per le successive annate.

Ma torniamo alla sua prima stagione a Udine: questo è il periodo delle "prime volte"; infatti, arriva subito la prima presenza anche in Europa League (in Udinese-Rennes 2-1, del 15 settembre), così come il primo gol europeo (in PAOK-Udinese 0-3, del 23 febbraio 2012; secondo turno della UEL) e il primo gol in campionato (in Udinese-Inter 1-3, del 25 aprile). Quell'annata poi terminò col 3° posto, confermato a Catania, e Danilo rappresenta ancora oggi un bel ricordo di quella stagione, forse la più bella per il brasiliano.

Il suo "massimo" in carriera lo ha raggiunto a Udine, non è stato un giocatore che doveva esplodere, considerando anche l'età. I problemi iniziano però già alla seconda stagione, dove rimedia i primi cartellini pesanti. E dalla stagione 2013-14 è un crescendo di emozioni... negative, vuoi per le prestazioni, per i conseguenti risultati della squadra e per alcuni episodi relativi al singolo.

Non si possono non ricordare le polemiche rispetto al giocatore, in particolare coi propri tifosi. A Udine non si dimenticano di quel post Udinese-Roma, di quel disprezzo dichiarato verso la fascia da capitano, di quegli interventi duri in allenamento.

Nonostante tutto, a me piace sempre ricordare quella sua partita, quel suo gol contro il Bologna... L'Udinese vinse 1-0 in casa, proprio contro i felsinei, riuscendo a onorare la storia bianconera nella serata (5 dicembre 2016) in cui si festeggiava il 120° anno dalla data di fondazione, dei primi bianconeri d'Italia. Penso che nella storia recente dell'Udinese mai come quella sera tutto l'ambiente fosse stato così unito e vicino alla squadra. Una serenità che permise alla squadra di Delneri di vincere tre partite consecutive da lì in avanti; tutto grazie a quella semirovesciata al 90'+3...

Domani c'è un altro Udinese-Bologna e il posto di Danilo (in prestito ai rossoblu dal 16 agosto scorso) intanto l'ha preso De Maio (in prestito all'Udinese dal 25 gennaio): che arrivi un altro gol bianconero da parte di un difensore...

 

L'Udinese con Danilo, stagione per stagione:
2011-12: 49 presenze del brasiliano in bianconero, 2 reti e 1 assist; Udinese 3° in Serie A, fuori agli ottavi di finale di Europa League;
2012-13: 41 presenze, 2 reti e 1 assist; Udinese 5° in Serie A, fuori ai gironi di Europa League;
2013-14: 43 presenze, 1 rete; Udinese 13° in Serie A, fuori in semifinale in Coppa Italia, fuori ai preliminari di Europa League;
2014-15: 40 presenze, 2 reti; Udinese 16° in Serie A;
2015-16: 37 presenze; Udinese 17° in Serie A;
2016-17: 37 presenze, 2 reti e 1 assist; Udinese 13° in Serie A;
2017-18: 35 presenze, 2 reti; Udinese 14° in Serie A.