Che fine ha fatto l'Udinese? Domanda lecita dopo aver visto lo scempio di ieri sera. Una squadra senza anima,cuore, grinta e determinazione che da sempre sono le armi in più dei bianconeri. Squadra completamente fuori dal match che si è fatta notare solo negli episodi chiave con le due espulsioni e la scellerata uscita di Kelava che ha dato il via alla serata magica della Sampdoria. Un passo indietro enorme rispetto alla bella vittoria sull'Inter che evidenzia ancora di più come la contiuinità sia il tallone d'achille di questa stagioe. E' impossbile giocare bene e vincere contro l'Inter e pochi giorni dopo giocare una gara imbarazzante sotto tutti i punti di vista. E' un problema grande che Guidolin ha il dovere di risolvere il prima possibile. La classifica è complicata e non c'è più tempo da perdere. C'è bisogno di lavorare e di compiere uno sforzo maggiore, ma anche di prendere decisioni definitive in merito a ruolo, giocatori da impiegare e modo di scendere in campo. L'Udinese cambia sempre pelle e i risultati stentano ad arrivare. Contro la Lazio inizia il girone di ritorno dove l'Udinese dovrà cambiare assolutamente marcia. E' ora di dare stabilità al gruppo e di puntare sui giocatori che possono garantire qualcosa in più per non sprofondare sempre di più in classifica, posizione che questa squadra, città e tifosi non meritano.

Sezione: Primo Piano / Data: Mar 14 gennaio 2014 alle 10:00
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @Sbentivogli10
vedi letture
Print