Gara vibrante, diverse occasioni da rete da una parte e dall'altra ma Udinese e Atalanta non vanno oltre il pari. Questa la sintesi del match disputato ieri al Friuli, dove la Dea ha sfiorato il successo esterno che avrebbe potuto dare una svolta al bottino lontano dall'Atleti Azzurri d'Italia per l'undici di Colantuono, che in trasferta ha finora collezionato appena una vittoria, due pareggi e ben dieci sconfitte. Pronti, via! La gara si rivela divertente fin dalle prime battute col palo di Bonaventura e, sul capovolgimento di fronte, l'occasione sventata da Consigli sulla conclusione da buona posizione di Di Natale. Scuffet non vuole essere da meno e, pochi minuti dopo, replica al collega bergamasco con un grande intervento sulla girata al volo di Moralez. Tuttavia il diciassettenne portiere dell'Udinese non può nulla pochi istanti dopo, quando l'ispirato Raimondi innesca Brivio che - dopo aver eluso la marcatura friulana - beffa Scuffet con un pallonetto morbido sul secondo palo. Insiste la Dea e Yepes sfiora il raddoppio, mentre Guidolin corre ai ripari cambiando atteggiamento tattico: fuori Naldo, dentro Fernandes che si insedia alle spalle delle punte nel 4-3-1-2 disegnato dall'allenatore bianconero. La mossa di Guidolin non porta frutti immediati ma i risultati si vedono alla distanza, anche grazie all'inserimento di Nico Lopez per lo spento Muriel. L'attaccante ex Roma - che in settimana aveva chiesto maggiore spazio al tecnico - dà la scossa costringendo Consigli a un intervento imperfetto sul quale Stendardo commette fallo ai danni di Di Natale. Il numero 10 sfrutta l'occasione battendo il portiere dagli undici metri. Nel finale Cigarini (subentrato a Baselli) scheggia la traversa ma la gara termina qui, Udinese e Atalanta continuano a braccetto il proprio cammino verso la permanenza in Serie A. Risultato amaro soprattutto per la Dea, che per ampi tratti della partita ha dominato l'Udinese sotto il profilo del gioco e della brillantezza fisica. Guidolin e Colantuono hanno ora 28 punti in classifica, con otto lunghezze di vantaggio sul terzultimo posto a tredici giornate dalla fine del torneo.

Sezione: Notizie / Data: Lun 24 febbraio 2014 alle 16:30 / Fonte: TMW
Autore: Redazione TuttoUdinese
vedi letture
Print