L'ex calciatore della Juve e vice allenatore dell'Udinese, Mark Iuliano ha svelato alcuni retroscena sulla sua avventura in Friuli al fianco di Igor Tudor: "Non è stata semplice, perché l'Udinese arrivava da 11 sconfitte consecutive e il morale era a terra. I giocatori però avevano voglia di dimostrare quanto valevano, abbiamo fatto un lavoro fisico non indifferente. Poi Igor è stato bravo sotto il punto di vista mentale, recuperando alcuni di quelli che erano stati messi ai margini e ha dato fiducia a quelli di esperienza che erano in un momento negativo. Ricordo quel periodo in maniera positiva, la società è ottima e ci sono stati i presupposti per fare un buon lavoro. Non ci confermarono per non si sa quale motivo, poi venne richiamato Igor e decisero di affiancarlo a persone di fiducia. Fu ancora bravo a salvare la squadra, ma poi lo mandarono via all'inizio della stagione successiva. Forse ad Udine avevano le idee confuse" ha raccontato ai microfoni di Tuttojuve.com

Iuliano ha parlato anche di De Paul, che al momento del suo arrivo sembrava essere un po' fuori dal progetto tecnico bianconero:  "E' un giocatore molto intelligente che può ricoprire tutti i ruoli dalla mediana in su, è bravo a saltare l'uomo senza difficoltà ed è il primo a creare la superiorità numerica sia in attacco e sia in difesa. E' pronto per una grande squadra, è il prototipo di giocatore che avrebbe avuto bisogno quest'anno la Juventus. Rodrigo è un giocatore di carattere, grinta e tecnica, farebbe bene in bianconero così come negli altri club. Sarebbe molto apprezzato sia come calciatore che come persona. Quando siamo arrivati a Udine lui era in disparte, bravo Tudor a ridargli fiducia e recuperarlo".

Sull'ipotesi Tudor traghettatore nel caso in cui Pirlo dovesse esser esonerato dopo il match di Udine: "Se dovesse esser lui il traghettatore, sarebbe da una parte il fallimento di un progetto e dall'altra la Juve sceglierebbe un tecnico altrettanto preparato. Ogni tanto ci sentiamo, ma non entro mai nelle questioni tecniche. Lui è concentrato sul finale di stagione e vuole dare una mano ad Andrea e allo staff. Il suo compito è quello, è consapevole di voler fare il massimo per aiutare la Juve a raggiungere i suoi obiettivi. Igor tiene davvero tanto al club".

Sezione: Gli ex / Data: Ven 30 aprile 2021 alle 14:35
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print