La sesta giornata del campionato di Serie D ci regala il derby friulano tra Manzanese e Cjarlins Muzane. Gli arancio azzurri, una delle formazioni sulla carta più forti del Girone C, dopo il brutto scivolone contro il Mestre, vanno in cerca del riscatto. A presentare la gara ai nostri microfoni è stato il presidente Vincenzo Zanutta.

"Arriviamo da una settimana travagliata. La sconfitta di domenica scorsa è stata pesante da digerire. Ha lasciato senza dubbio un po' di scorie mentali. Ci si è preoccupati un po' troppo di quale fosse la colpa di questa partita storta. Da giovedì, finalmente, ci siamo rasserenati, riprendendo a lavorare con la testa giusta. E' stata una preparazione al derby assai turbolenta, non lo nego, ora però siamo concentrati e volenterosi di fare bene. Domani sarà una grande partita, un bello spot per tutto il calcio regionale".

La vostra è una delle rose più attrezzate. Crede che questi valori, nonostante la partenza al di sotto delle aspettative, emergeranno presto?

"Me lo auguro. Spero che si riesca presto a mettere in campo la nostra qualità. Dobbiamo però trovare il prima possibile un equilibrio di squadra, inserendo al meglio i giovani. Abbiamo dei giocatori importanti e di grande esperienza, dobbiamo trovare il giusto mix con i giovani. Purtroppo il precampionato, senza amichevoli di un certo livello, non ci ha permesso di trovare la giusta amalgama. Siamo alla ricerca di un equilibrio di squadra, se lo riusciamo a trovare penso che possiamo fare un campionato importante. Le qualità ci sono tutte, la rosa è ampia".

Il girone C è molto equilibrato. Si può vincere o perdere contro chiunque.

"Sì, non penso che ci sia un altro girone così, con tante squadre forti e sullo stesso livello. Ogni domenica è una grande sfida, c'è molta competizione sia per vincere il campionato che per non retrocedere. Quest'anno, al contrario del passato, non vedo squadre nettamente inferiori alle altre. Anche chi sta dietro ha delle rose importanti. C'è davvero tanto equilibrio".

A causa dell'emergenza sanitaria il calcio rischia di fermarsi ancora una volta. Cosa ne pensa a riguardo?

"C'è la paura che si torni a fermare il campionato, il calcio sta rischiando tanto. Dal mio punto di vista penso che un altro lockdown, per il mondo del lavoro e per quello dello sport, sarebbe disastroso. Con il rispetto delle norme e dei protocolli si può continuare a giocare, anche a porte aperte. Non vedo questa drammaticità".

Peccato domani vedere vivere un grande derby così con il pubblico ridotto?

"Mi dispiace moltissimo. Speravo, anche per la Manzanese, che si arrivasse alla partita in condizione diverse. Il derby meritava senza dubbio di più, uno stadio pieno. Poteva essere una vera festa del calcio regionale. Purtroppo dobbiamo capire il momento, non possiamo fare altro".

Sezione: Esclusive / Data: Sab 24 ottobre 2020 alle 16:38
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print