Non si arresta la crisi di risultati del Tavagnacco. A Ravenna le gialloblù ottengono una sconfitta per 1-0. Come in tante altre gare perse, è un risultato immeritato, ma se la vittoria manca da due mesi non può essere un caso. Per il suo esordio, mister Rossi propone un 4-2-3-1 invertendo la posizione delle centrali di difesa (Veritti passa sul centro-destra e Martinelli sul centro-sinistra) con Grosso e Caneo interditori a centrocampo, Abouziane, Kongouli e Devoto le tre mezze punte a supporto di Ferin. Ravenna parte con il piede giusto; dialogano bene Barbaresi e Cimatti con la prima che conclude di sinistro da posizione favorevole, palla a lato. Resterà questo l’unico pericolo corso dalle ospiti nella prima frazione di gioco. Infatti il Tavagnacco è attento a non scoprirsi, a tenere le posizioni e a non concedere nulla alle avversarie. Dopo venti minuti le gialloblù si fanno vedere in avanti con Ferin che calcia di destro con il pallone che finisce fuori. Al 34’ le friulane si conquistano un calcio di punizione al limite dell’area di rigore; batte Kongouli, il pallone oltrepassa la barriera e si spegne alto sopra la traversa. Al 37’ è il turno di Grosso con il tentativo da lontano, sfera sul fondo. Entrambe le retroguardie sono molto attente a non concedere palle-gol nitide ed emerge una gara bloccata, molto simile a quella vista all’andata.

Nella ripresa il Tavagnacco sembra avere un atteggiamento più propositivo, ma dopo otto giri di lancette va sotto. Il Ravenna sfonda sulla destra con Giovagnoli che crossa in mezzo per il colpo di testa vincente di Cimatti che sfugge alla marcatura delle difensori gialloblù e fa 1-0. Nell’unica occasione concessa nella ripresa, si va sotto nel punteggio; in questo periodo nero il Tavagnacco paga ogni minima disattenzione. Le friulane accusano il colpo e per una decina di minuti faticano a rendersi pericolose con il Ravenna che trova le adeguate contromisure. La reazione friulana è affidata a una serie di mischie, ma le padrone di casa allontanano ogni minaccia. Spinge Toomey sulla destra e crossa per Ferin al 19’, ma libera bene Picchi. Sul corner susseguente, la palla buona capita sui piedi di Abouziane che tira a botta sicura, ma arriva la respinta sulla linea. Ancora le ragazze in avanti al 23’ con il destro di Devoto che impensierisce Copetti che si rifugia in corner. Ci prova Ferin su calcio da fermo al 29’, mira imprecisa. Allo scoccare del 90’ finisce alto un calcio di punizione di Tuttino dai 25 metri. Il tempo stringe, nel recupero c’è spazio per una bella combinazione tra Zuliani e Ferin con quest’ultima che arriva al tiro senza inquadrare lo specchio della porta. Pochi istanti dopo, la centravanti gialloblù arriva leggermente in ritardo a impattare di testa su cross di Toomey a porta sguarnita. E’ l’ultimo assalto, l’ultima occasione per un pareggio che sarebbe stato meritato. Non si arresta la crisi di risultati, tre punti nelle ultime sette partite, la vittoria manca da due mesi. Il prossimo tentativo contro la Roma Calcio Femminile, proprio la squadra contro cui è iniziata questa serie negativa.

Sezione: Calcio femminile / Data: Dom 25 aprile 2021 alle 00:57
Autore: Redazione TuttoUdinese
Vedi letture
Print