La gara di domenica con l'Atalanta offre diversi spunti di riflessione, ma in particolare fa evocare brutti ricordi per i bianconeri. Non dobbiamo andare tanto indietro con il tempo, ma giusto al 29 settembre dello scorso anno, quando le due formazioni si incontrarono a Bergamo nella partita di andata. L'Udinese ne uscì con le ossa rotte e con tante polemiche. Protagonista della giornata fu Denis che con una doppietta schiantò l'Udinese regalando tre punti importanti ai suoi, ma non fu solamente l'ex bianconero a porre il proprio segno sul match. Grandi protagonista furono anche il direttore di gara e il suo assistente. All'inizio della ripresa l'arbitro Giacomelli fischiò un rigore all'Udinese per atterramento in area di Stendardo ai danni di Danilo e nell'occasione il difensore atalantino venne anche ammonito. Quando era tutto pronto per eseguire il penalty, con Di Natale sul dischetto, l'assistente Faverani cambia la sua decisione: niente rigore, ma punizione per l'Atalanta per posizione irregolare di Danilo. La decisione scatenò le proteste dell'Udinese, ma ormai l'arbitro cambiò idea prendendo la decisione sbagliata come poi evidenziarono le immagini. Il match di domenica potrebbe trasmettere un pizzico di rabbia agonistica ai bianconeri che di certo sarebbe utile non solo per rivendicare quell'infausta giornata, ma per ottenere punti fondamentali per la classifica.

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 20 febbraio 2014 alle 10:00
Autore: Redazione TuttoUdinese
vedi letture
Print