In questi primi giorni di mercato contrassegnato prevalentemente da voci e da poche certezze, l'Udinese da l'impressione di essere partita in sordina. Molto è dovuto dal cambio del ds, dato che dopo tre anni Larini ha lasciato il posto a Giaretta. Ma sembra anche che non ci saranno grandi stravolgimenti, sia in entrata che uscita. Per quanto riguarda le cessioni si fanno i soliti nomi, Benatia, Danilo, Basta ecc ecc. Ma di fatto, non si sta muovendo nulla. Per Basta continua l'interesse dell'Inter e della Roma, che però sembra essersi affievolito. Non è scontata la sua partenza. Lo stesso vale per Danilo. Fiorentina e Milan sono su di lui, ma alla fine dovrebbe restare almeno un altro anno in bianconero. Per Benatia il discorso è diverso. Il marocchino vorrebbe cambiare aria per giocarsi qualcosa di importante, in una grande. Il suo procuratore spinge per la cessione e molto probabilmente Benatia lascerà Udine. Ma oltre al difensore bianconero, non si prospettano altre cessioni importanti. L'obiettivo della società è fare bene in Italia e giocarsela in Europa. La stessa rosa a disposizione di Guidolin non avrà bisogno di grandi ritocchi. Forse arriverà un difensore per rimpiazzare Benatia e una punta da schierare vicino a Di Natale o al posto del capitano bianconero. Per il momento non ci sono novità importanti sul mercato. Questa squadra ha dimostrato di poter giocare ogni partita a viso aperto e portando a casa il risultato. Gli obiettivi del club sono chiari e l'Udinese del prossimo anno dovrà confermarsi e migliorare. Per farlo non servono chissà quanti innesti. La base per fare una grande stagione ci sono. Bisogna perfezionarsi e speriamo che la società riesca a farlo senza stravolgimenti dando quindi un segnale importante ai tifosi e alle altre squadra: l'Udinese c'è è ha voglia di vincere.

Sezione: Editoriale / Data: Gio 30 maggio 2013 alle 22:20
Autore: Stefano Bentivogli / Twitter: @Sbentivogli10
vedi letture
Print