Antonio Di Natale torna al gol ma non basta ad un'Udinese in difficoltà, ko anche ieri in campionato contro la Lazio. Tuttomercatoweb.com ha voluto affrontare il complicato momento dei friulani con il direttore sportivo del club, Cristiano Giaretta. "Ieri abbiamo assistito ad un evento più unico che raro -commenta amaro-, prendere tre gol contro una squadra in dieci. Significa che qualcosa non ha funzionato ma ne abbiamo fatti anche due e siamo stati penalizzati da un rigore un po' troppo generoso. Però siamo una squadra importante e possiamo farcela a rialzarci".
Di Natale e Domizzi hanno visto i tifosi.
"Sono cose normali, per me. E' legittimo chiedere un colloquio coi giocatori più rappresentativi ed è giusto anche il confronto. I ragazzi si sono sempre impegnati, lo fanno ogni giorno durante la settimana ed anche la domHenica. Adesso spero che sia finito il bonus degli errori: dobbiamo giocare da squadra che deve salvarsi e per questo serve concretezza. Non è facile trovarsi lì ma fa parte del nostro mestiere e mentalmente sapremo adattarci al ruolo. I giocatori di livello sanno cosa fare in questi casi".
Guidolin, rischia?
"No, assolutamente. La società non ha parlato di Guidolin se non per dargli sostegno e aiutarlo a credere nel progetto. Solo lui può aiutarci ad uscirne, con la vicinanza di tutta la società".
Chiudiamo col mercato.
"Abbiamo recuperato Muriel, per noi è importantissimo e non ci stiamo muovendo perché non vedo giocatori che adesso potrebbero darci una mano. Le forze sono già nel gruppo".

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 20 gennaio 2014 alle 13:00
Autore: Redazione TuttoUdinese
vedi letture
Print