L'Udinese pareggia 1-1 a San Siro contro il Milan subendo il gol del pari al 96esimo su calcio di rigore concesso per una follia di Larsen. Queste le pagelle del match.

Musso 7 - Quando sollecitato risponde sempre presente. Nel secondo tempo due ottime parate su Meite prima e su Kessiè poi. Spiazzato in occasione del rigore.

Becao 8 - Una partita perfetta la sua. Dietro non sbaglia un virgola, annullando Rebic. Il gol è la ciliegina sulla torta di una prestazione maiuscola.

Bonifazi 7 - Muscoli e sostanza, lascia le briciole agli attaccanti rossoneri. Gran serata anche per lui.

Nuytinck 7 - Sempre in controllo e di rado trafelato sulle accelerazioni rossonere nelle zone di sua competenza. Chiude gli spazi e gioca d'anticipo: convincente e pressoché perfetto.

Molina 7,5- Stantuffo inesauribile sull'out di destra. Macina chilometri e vince il duello a distanza con un giocatore del calibro di Theo Hernandez. In grandissima crescita.

De Paul 5,5 - Il grande assente della serata. Non il solito Rodrigo, una prestazione forse condizionata da un problema fisico accusato nel corso del primo tempo. Non incide e non inventa come lui sa.

Arslan 7,5 - Prestazione magistrale la sua davanti la difesa. Elegante nella gestione del pallone, sempre prezioso in fase di contenimento. Una grande partita. (Dal 71' Walace 6,5- Entra molto bene in partita ergendosi a baluardo davanti alla difesa.).

Makengo 5,5 - Nè carne nè pesce. Corre tanto ma spesso a vuoto. E con il pallone nei piedi sbaglia davvero troppo. (Dal 56' Llorente 6 - Il suo ingresso permette all'Udinese di alzare il baricentro. Nel finale, in dieci, fa da difensore aggiunto.) 

Zeegelaar 5,5 - Tiene bene sulla sinistra nella prima metà, centellinando le discese, anche perché il gioco tende a svilupparsi principalmente sul fronte opposto. Stoppa involontariamente una conclusione di Pereyra, in modo del tutto fortuito.(Dal 71' Stryger Larsen 3 - Una giocata senza senso che butta all'aria tutto il lavoro fatto dai compagni nei novantasei minuti precedenti. Un tentativo di schiacciata in area alla LeBron James, nel contesto sbagliato, che costa all'Udinese una vittoria che sarebbe stata meritata)

Pereyra 7 - Danza sul pallone, sa sempre cosa fare dell'attrezzo da gioco.  Si applica e regala qualche sprazzo pregevole qua e là, senza far strabuzzare gli occhi fino al secondo tempo, quando sale in cattedra e fa saltare il banco là davanti. (Dall'82' Samir s.v.).

Nestorovski 6,5 - Non fosse stato per quell'errore a porta sguarnita, la sua sarebbe stata una prestazione da incorniciare. Lotta come un leone contro la retroguardia avversaria, corre per tre e finisce la gara da mezzala sinistra improvvisata. Anche dal punto di vista tecnico qualche giocata di valore.

Luca Gotti 6,5 - Un'Udinese operaia che per poco non fa calare il gelo a San Siro con una prestazione che poco a che vedere con i canoni estetici del tempo. Non se ne cura, giustamente, perché la squadra si aggrappa a pochi semplici concetti e frena la seconda forza del campionato.

Sezione: Pagelle / Data: Mer 03 marzo 2021 alle 23:01
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print