"Protocollo Covid più severo dopo i troppi casi in Serie A", riporta stamani La Gazzetta dello Sport. I tamponi come l'antidoping o quasi, con una "centralizzazione" delle operazioni per poter arrivare all'uniformità dei processi di raccolta, trasporto e analisi dei test anti Covid. Ci sarà una piattaforma unica cui potranno accedere calciatore o membro del gruppo squadra inserito nel circuito dei controlli, non si potrà invece centralizzare le responsabilità in termini di comunicazione alle autorità sanitarie locali, una sfera che ricadrà sul club/datore di lavoro. Le modifiche del protocollo saranno un completamento delle misure, non un loro cambiamento, e sarà condiviso con la Lega ma anche con la commissione medica della Federcalcio.

Sezione: Notizie / Data: Ven 20 novembre 2020 alle 09:52
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print