Il presidente del Cagliari Massimo Cellino ha rimandato al mittente l'offerta dei Pozzo che proponeva uno scambio alla pari tra il portiere croato Ivan Kelava e Michael Agazzi. Il portiere dei rossoblù, in scendenza a giugno, continua a non volerne sapere di un rinnovo, così che la dirigenza sarda in ogni caso è costretta a cederlo in questa mercato di gennaio se vuole un po' monetizzare. Ora come ora però, le principali trattative, compresa quella dell'Udinese, sembrano essere bloccate. I friulani non sarebbero infatti disposti a spendere molti soldi per l'estremo dinfensore e preferibbero lavorare ad uno scambio, soprattutto in quanto poi difficilmente piazzerebbero Kelava in qualche altra squadra. Pozzo vorrebbe aspettare gli sviluppi della trattativa e provare a prendere Agazzi a giugno a parametro zero. Il presidente del Cagliari invece vuole attendere fino all'ultimo un'offerta importante per il suo giocatore, magari da una tra Fiorentina e Milan, entrambe alla ricerca di un portiere. Occhio però anche al Chievo che ci sta provando in tutti i modi per sostituire il bocciato Puggioni. Inoltre per Agazzi potrebbe riaprirsi anche la pista di un accordo con Cellino. Il presidente, dopo aver rilevato la proprietà del Leeds in Inghilterra, vuole regalare ai suoi nuovi tifosi un portiere di assoluto valore e Agazzi potrebbe essere un'interessante ipotesi, soprattuto dato che il sogno Julio Cesar difficilmente si realizzerà.

Sezione: Calciomercato / Data: Ven 24 gennaio 2014 alle 09:45
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print