Patto di mercato e collaborazione tra Juve e Udinese, ed asse di mercato Udine-Torino bollente, con molti giocatori con la valigia in mano pronti a cambiare sponda.  I dirigenti di Juventus e Udinese si sono incontrati per fare il punto della situazione: si è parlato di Isla e Widmer ma soprattutto di Roberto Pereyra. Sono anni che Juventus e Udinese chiudono affari di calciomercato. E anche in questa sessione estiva qualche accordo fra il duo Marotta-Paratici e la società dei Pozzo verrà messo appunto, nero su bianco. Ci sono ancora vecchie storie da sistemare e nuove strade da aprire. Il ds Giaretta, ieri presente a Milano per il summit interamente bianconero, ha parlato di Isla. La Juventus lo riscatterà per cercare di inserirlo nella trattativa Lulic (anche se Lotito guarda anche ai vari Ogbonna, Quagliarella e Gabbiadini). Certo è che Agnelli non ha intenzione di sborsare i 9 milioni pattuiti tempo fa. Entreranno in gioco varie contropartite, come i giovani i Marrone, Rugani, Boakye, Zaza o Berardi. Ma con l'Udinese, oltre che di Isla (e Widmer), come svela 'Tuttosport', si è parlato anche e soprattutto del polivalente centrocampista Roberto Pereyra. Conte potrebbe utilizzarlo sia come esterno di centrocampo sia come mezz'ala. Il ragazzo (23 anni, scuola River Plate) piace a diversi club ma la Juventus ad oggi sembra avanti, vuoi anche e soprattutto per i buoni rapporti con la famiglia Pozzo.Il patron friulano non si sbilancia e per ora definisce la trattativa "solo un pour parler". Conte, oltre a dettare ulteriori linee sul mercato sta valutando se chiedere a Marotta di lavorare sull'acquisto secco o se sul prestito con diritto di riscatto. Marotta ha di nuovo sondato il terreno per due calciatori di cui l'Udinese detiene metà cartellini: Cuadrado e Candreva. Entrambi infatti sono destinati ai club con cui hanno giocato recentemente (Fiorentina e Lazio).

Sezione: Calciomercato / Data: Sab 24 maggio 2014 alle 08:00
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print