Alla vigilia della gara contro il Livorno, ha parlato nella sala stampa dello Stadio Friuli il tecnico bianconero Francesco Guidolin, "Ho proprio voglia di vincere una partita così magari si calma un po' un clima che francamente non mi aspettavo. Questa voglia ce l'hanno tutti i ragazzi perché sono consapevoli della brutta prestazione che hanno offerto a Torino. Vogliamo ritrovare serenità; domani dobbiamo esserci sul campo, perché a parole sono bravi tutti".
Che intendi con "francamente non mi aspettavo"?
"Non mi aspettavo il clima di questi giorni, sebbene lo accetti, perché so che fa parte del gioco e mi riferisco a tante cose, non soltanto al ritiro. Siamo comunque consapevoli che il mondo del calcio funziona così. Le parole post Torino? Erano frutto di amarezza"
Momento delicato a livello di organico?
"Non avrò Basta, Maicosuel e Muriel. Su Heurtaux dobbiamo valutare, ma potrebbe mancare anche lui. Totò invece è disponibile. A livello psicologico la squadra sta bene. Non è piacevole mai andare in ritiro, ma siamo tranquilli. Non è stata la prima volta questa stagione, a dimostrazione che non abbiamo fatto un'ottima stagione. Siamo una categoria privilegiata e un giorno di ritiro in più o in meno non cambia la nostra situazione. Forse il tempo dirà che nonostante tutto abbiamo fatto un buon lavoro".
Il Livorno si gioca tanto domani.
"Il Livorno arriva a questo appuntamento con l'imperativo categorico di vincere la partita. Ci aspettiamo una squadra concentrata e aggressiva. Noi dobbiamo essere altrettanto determinati, concentrati e vivi, perché è importante anche per noi la partita".
Le ruspe hanno cominciato ad abbattere la Curva Nord.
"Le ho viste stamattina. Bene. Finalmente si tocca con concretezza quello che tutti in città e noi in società si spera di vedere il più presto possibile. Mi auguro che questi ritardi non complichino le cose per i tempi fissati. Il sogno di arrivare presto al nuovo stadio sta prendendo consistenza".
Zielinski può giocare dall'inizio?
"Per un giovane del '94 essere inserito in un momento difficile della squadra è rischioso, anche se il ragazzo ha dimostrato l'anno scorso di non avere questi problemi. E' a disposizione e valuterò se e come impiegarlo. In allenamento è sempre presente e convincente; avrà ancora spazio da qui alla fine, ma lui è tranquillo perché sa che lo teniamo in considerazione".
Di Natale è ancora una risorsa per voi?
"Totò è Totò, non serve aggiungere altro. I dati dimostrano che può trasformare in gol delle palle che altri non saprebbero tramutare in rete"

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 03 maggio 2014 alle 13:45 / Fonte: Udinese.it
Autore: Redazione TuttoUdinese
vedi letture
Print