Si torna subito in campo dopo la sconfitta contro l'Atalanta, in cui, ancora una volta, sono arrivati tanti complimenti per l'ottima prestazione dei bianconeri, ma zero punti e adesso gli elogi e le belle prestazioni da sole non bastano più, l'Udinese ha bisogno di muovere la classifica visto che è stata superata anche dalla Sampdoria in classifica, ecco quindi che questa sera contro la Roma servirà tornare a fare punti, anche uno non andrebbe male, ma un'altra sconfitta, alla vigilia di un trittico vitale per la salvezza (Genoa, Spal e Sampdoria) non farebbe bene alle gambe e soprattutto alla testa dei bianconeri che non vincono dal lontanissimo 12 gennaio. 
Per cercare i primi punti post lockdown Gotti non cambierà scacchiere tattico, ma qualche giocatore si, inevitabili le rotazioni viste le 3 partite in una settimana, già il reparto arretrato potrebbe vedere l'inserimento di due giocatori nuovi su tre, infatti, accanto all'intoccabile Nuytinck agiranno De Maio al posto di Ekong e Becao al posto di Samir, proprio il numero 50 ha qualcosa da farsi perdonare dopo il suo sciagurato ingresso in campo domenica contro gli orobici. 
A centrocampo tornerà De Paul, imprescindibile la sua qualità in mezzo e probabilmente, da qui alla fine del campionato, l'argentino sarà uno di quelli che praticamente non riposerà mai, troppo importante per dare qualità e velocità alla manovra bianconera, quasi priva di piedi buoni, accanto a lui probabile staffetta tra Walace e Jajalo, col primo favorito per partire dal primo minuto, apparso più convincente e più in palla contro l'Atalanta rispetto al bosniaco, l'altro posto sarà ancora di Fofana, un altro uomo fondamentale per la compagine friulana che non può proprio fare a meno delle sue sgroppate e dei suoi strappi, soprattutto in una partita che sarà, molto probabilmente, di attesa e contropiede. Un'altra novità potrebbe esserci a sinistra, dove Zeegelaar, fresco di assist contro l'Atalanta, potrebbe far rifiatare Sema diffidato, dall'altra parte ballottaggio tra Larsen e ter Avest, con il pendolino danese ancora favorito. In attacco invece, dopo due partite in cui Gotti ha mischiato le coppie, dovrebbero tornare assieme i due titolari, Okaka, grande ex della sfida e voglioso di tornare al gol, assieme a Kevin Lasagna, colui che invece i gol li ha ritrovati contro l'Atalanta, ma che adesso non dovrà più fermarsi, perchè l'Udinese ha bisogno di segnare e la velocità di Lasagna in contropiede sembra essere l'arma più importante a disposizione per la sfida di questa sera. 
Insomma, Gotti cambierà molto, ma guai sottovalutare l'impegno e pensare subito alla delicatissima e importantissima sfida di domenica contro il Genoa, perchè la Roma sarà si assetata di punti dopo la brutta sconfitta di San Siro, ma non è l'Atalanta e un pò di problemi li ha anche lei visto che dal punto di vista fisico non sembra essere proprio al 100%, quindi vietato andare all'Olimpico in "gita" ma mettersi il coltello tra i denti per iniziare a muovere la classifica, che, altrimenti, giornata dopo giornata rischia di diventare sempre più paurosa. 

Sezione: Primo Piano / Data: Gio 02 luglio 2020 alle 14:00
Autore: Stefano Fabbro
Vedi letture
Print