Lo stadio Guido Teghil di Lignano è pronto a diventare a tutti gli effetti la casa del Pordenone. Quasi tutti i lavori sono stati eseguiti. Manca ora solo il completamento delle pratiche burocratiche per ottenere l’OK della Lega per la disputa delle gare di serie B. Non dovrebbero esserci quindi problemi in occasione dell’esordio stagionale “casalingo” dei neroverdi con la Spal di Ferrara che il calendario ha messo in programma per sabato con fischio d’inizio alle 14.

“I lavori sono praticamente stati completati – afferma con orgoglio il sindaco di Lignano Luca Fanotto -. Manca soltanto il collegamento delle telecamere di sorveglianza nei pressi degli ingressi. La nuova tribunetta che aumenta di 500 posti la capienza dell’impianto è già al suo posto e sono state dotate di schienale le poltroncine che ne erano sprovviste. I nuovi tornelli all’ingresso sono ora a norma. Per martedì – confida Fanotto – avremo finito”.

La parola passa ora ai palazzi del calcio.

“Martedì stesso – riprende il sindaco della località balneare – tutte le carte verranno inviate alla Figc che poi dovrà ottenere anche il parere della Lega B. Mi auguro che l’ok arrivi in fretta e che i ramarri possano giocare la loro prima partita in casa sabato”.

Sezione: Pordenone / Data: Lun 12 ottobre 2020 alle 21:36
Autore: Redazione TuttoUdinese
Vedi letture
Print