A 2 anni esatti dalla prima storica promozione in serie B e in vista dell'importantissima Reggiana-Pordenone in programma sabato al Mapei Stadium alle ore 14.00, ha parlato capitan Mirko Stefani: Stamattina mi sono alzato e ho visto un po' i ricordi sui social. E' bello, rimarrà per sempre indelebile nei nostri cuori. Tanta gioia, l'apice di un'annata fantastica. Una stagione positiva, sempre lì davanti, ma combattuta. Avevamo rivali importanti come la Triestina. Viene facile ricordare i tre punti al Nereo Rocco, mattoncini importanti per la vittoria finale. 

Salvezza? In questo momento abbiamo messo le basi per raggiungere l'obiettivo. Eravamo consapevoli ad inizio stagione che sarebbe stato difficile, per cui eravamo pronti. Ripetere l'annata dell'anno scorso non era cosa facile, ci abbiamo provato ma abbiamo trovato sul nostro cammino qualche difficoltà in più. Il campionato di B è pieno di ostacoli. Siamo in linea con gli obiettivi, in un'annata particolare siamo riusciti a superare tante difficoltà. Stiamo vivendo un periodo delicato ma nonostante tutto la classifica non è malvagia.

Finale di campionato? Dobbiamo essere una squadra umile ma con entusiasmo ed identità di gioco. Non dobbiamo fare nulla di particolare, dobbiamo continuare come abbiamo fatto nelle ultime prestazioni. I punti che ci mancano per la salvezza li faremo. 

Pisa è stata una partita fatta di tanti alti e bassi. Siamo andati sotto e l'abbiamo ripresa, anche in dieci. Siamo stati capaci con merito di arrivare ad un risultato positivo e questo significa che la squadra c'è soprattutto dal punto di vista mentale. Con la giusta mentalità i risultati arrivano.

Il cambio di allenatore? Con Domizzi ho giocato contro quando era a Venezia. Ritrovo un po' lo specchio di quello che era in campo, un difensore pensante, che aveva la situazione sempre sotto controllo. L'idea che mi ero fatto da calciatore la sto ritrovando adesso.

La trasferta a Reggio Emilia? Manca talmente poco che ogni sfida da qui alla fine lascia pochi margini d'errore. Sarà una partita tesa, nella quale loro si giocano molto. Noi arriviamo pronti, gli allenamenti dimostrano che ci siamo. Sono contento e fiducioso".

Sezione: Pordenone / Data: Mer 28 aprile 2021 alle 16:12
Autore: Stefano Pontoni / Twitter: @PontoniStefano
Vedi letture
Print