Montella, Ancelotti, Allegri, Mancini, Mazzarri e... Guidolin. Figura anche il tecnico dell'Udinese nella lista presentata dal giornalista de La Repubblica Fabrizio Bocca per sottolineare come il cosiddetto "gioco delle panchine" che si presenta puntalmente al termine di ogni stagione potrebbe alla fine risultare un insieme di voci incontrollate che alla prova dei fatti non troveranno riscontro: "Il valzer delle panchine è uno degli stereotipi del calcio, una di quelle figure cui i raccontatori sono affezionatissimi, inflazionando di luoghi comuni il villaggio globale. Una panchina che salta o che si muove è effettivamente l’elemento iniziale scatenante di una reazione a catena, che porta (o meglio dovrebbe portare) conseguenze quasi all’infinito. La realtà però è che a ogni azione non corrisponde una reazione eguale e contraria ma l’effetto si disperde: altrimenti quando cambia allenatore il Real Madrid a cascata l’effetto dovrebbe fermarsi quando arriva al Cittadella. E così in Italia, siamo tutti pronti a svuotare e riempire le caselle nel più forsennato giro degli allenatori che si sia mai visto da venti anni a questa parte. Io aspetto e vedo, e intanto punto dieci euro sul fatto che le sorprese più clamorose le avremo più dalle clamorose conferme che dagli addii. Più avanti non vado…".

Sezione: Notizie / Data: Gio 16 maggio 2013 alle 09:00
Autore: Mirko Fusi
vedi letture
Print