De Maio: "Festeggiamo con un sorriso il raggiungimento del nostro obiettivo dopo una stagione lunga 392 giorni"

03.08.2020 17:29 di Jessy Specogna   Vedi letture
© foto di Image Sport
De Maio: "Festeggiamo con un sorriso il raggiungimento del nostro obiettivo dopo una stagione lunga 392 giorni"

Sebastien De Maio ha così commentato con un lungo post su Instagram questo finale di stagione:

"Domenica 7 Luglio 2019.. era la data di inizio di questa stagione che oggi volge al termine. Ricordo le fatiche del ritiro, la voglia di ricominciare il campionato, gli obiettivi, le ambizioni che tutti gli anni si rinnovano.. cominciamo forte il 25 Agosto, vinciano con il Milan poi però incappiamo in qualche passo falso... c'è da lottare come sempre con la voglia di svoltare 90 minuti alla volta... allenamenti, partite, trasferte, riunioni, spogliatoio, gruppo... siamo tutti concentrati sull'obiettivo ma non avevamo considerato una cosa che i primi mesi dell'anno sentivamo cosi lontana e forse avevamo la presunzione che non ci avrebbe sfiorato e invece no.

Siamo a Marzo. STOP. BUIO. DOLORE. SILENZIO. PAURA. La partita più difficile, per la quale nessuno si era mai allenato, era appena cominciata... le sirene delle ambulanze, le notizie confuse e la sofferenza delle persone hanno disegnato un mondo nuovo e inaspettato... la strategia era chiara difendersi in casa, resistere per poi ripartire in contropiede.

Martedì 23 Giugno abbiamo provato a farlo, ricominciava il campionato nella speranza di dare, attraverso il nostro lavoro, leggerezza a quante più persone possibili e tenendo sempre chiaro il nostro obiettivo di squadra...

Non è stato facile, gli stadi vuoti, le partite ogni 2/3 giorni, la lontananza dalla famiglia, la stanchezza, la consapevolezza che quell'odiato virus sia ancora tra di noi nascosto da qualche parte ... 392 giorni dopo la stagione finisce, festeggiamo con un sorriso il raggiungimento del nostro obiettivo di squadra consapevoli che questa stagione non dovrà mai essere dimenticata perchè ci ha insegnato davvero tanto soprattutto a livello umano e con il forte desiderio che il più velocemente possibile tutti possano tornare alla normalità; normalità fatta di lavoro, amicizie, famiglia, passioni.. cose semplici come una partita vista allo stadio di domenica...vederci correre dietro al quel pallone che ci fa battere forte il cuore e urlare per un gol abbracciando spensierato un amico".