>Ormai siamo entrati nella vigilia di quello che sarà un match fondamentale per il Cagliari di Lopez e l'Udinese di Massimo Oddo, tra le due non si sa proprio chi se la sta passando peggio, i sardi vengono da tre sconfitte consecutive, un niente rispetto agli otto KO dei bianconeri, ma la classifica dei rossoblu lacrima ancora di più rispetto a quella dell'Udinese, sono solo due i punti di distacco dalla terz'ultima per gli isolani, mentre la squadra di Oddo può vantarne addirittura sei, ma dopo un periodo così nero nessuno riesce a stare tranquillo neanche in Friuli, perchè l'anticipo Sardegna Arena ha tutta l'aria di diventare la cosiddetta ultima spiaggia per entrambe le squadre.
Il clima in casa bianconera è quasi rovente dopo la sconfitta interna contro la Lazio, le parole del presidente Pozzo sulla preparazione fisica dei giocatori, l'arrivo di un nuovo preparatore atletico dal Watford e la decisione di passare una settimana in ritiro fanno ben capire la situazione delicata che sta passando l'Udinese, mai nella storia di questa società erano arrivate otto sconfitte consecutive e sembra proprio che da questa crisi non ci sia via d'uscita, l'ultima speranza è rappresentata proprio dalla sfida contro il Cagliari, in cui vincere sarebbe vitale, ma allo stesso tempo un'altra batosta farebbe cadere nel baratro più totale i bianconeri, visto che tre giorni dopo ad accogliere Oddo e i suoi ragazzi ci sarà il Napoli in lotta per lo scudetto.
Dal punto di vista tattico il mister ex Pescara dovrebbe ancora affidarsi al classico 352, con Larsen che potrebbe tornare nel pacchetto arretrato per far posto ad uno tra Zampano e Widmer sulla corsia di destra, mentre in attacco De Paul sta provando in tutti i modi a conquistarsi una maglia da titolare alle spalle dell'unica ancora di salvezza bianconera, ovvero Kevin Lasagna, otto gol in campionato nonostante oltre due mesi di infortunio, dire che la risalita dell'Udinese dipenda dalle sue prestazioni pare sin troppo ovvio.
La tensione e la paura di perdere saranno elementi presenti in entrambe le compagini, l'obbligo per Lasagna e compagni sarà uscire dalla Sardegna Arena con un risultato positivo, perchè sbagliare ancora sarebbe deleterio per la classifica e getterebbe l'Udinese in un vero e proprio inferno.

Sezione: Focus / Data: Ven 13 aprile 2018 alle 14:00
Autore: Stefano Fabbro
vedi letture
Print