L'intervista a Pradella prima della partita del cuore per celebrare il ritorno di Zico a Udine, queste le sue dichiarazioni ai nostri microfoni: "Senza nulla togliere agli anni successivi, avevamo lo stadio pieno tutte le domeniche con un grande campione come Zico, ma non c'era solo lui, c'erano anche altri campioni come Causio e Virdis. Era una squadra che poteva dare tanto anche in prospettiva perché c'erano giovani come Miano, Cinello, Gerolin, De Agostini, io, ma non mi nomino (ride ndre). C'era veramente un bel mix e gli ingredienti per fare bene, poi come tutti sanno purtroppo qualcosa si è inceppato e non andò come tutto previsto. Zico? Rimane nella storia, tra le altre cose il mio compleanno è lo stesso giorno del suo, ci scambiamo tutte le volte gli auguri, è un campione indimenticabile per tutti. Io? Attualmente sono fermo, ho fatto il talent scout per il Milan fino al 2018, poi ci fu il cambio societario e ho deciso di fermarmi un attimo".

Sezione: Esclusive / Data: Sab 04 giugno 2022 alle 18:30
Autore: Davide Marchiol
vedi letture
Print