La Nazione fa il punto sulla situazione Cuadrado, che nelle ultime ore è tornata molto “calda” anche in Spagna dove si parla sempre più insistentemente di un probabile trasferimento del colombiano al Barcellona. Prima però – in ogni caso – Fiorentina  e Udinese dovranno definire la comproprietà: la prima proposta dei viola è stata di 12 milioni (per la seconda metà del cartellino), ma i friulani continuano a chiederne almeno 15. Senza contropartite tecniche. Lo scenario, quindi, comincia ad assomigliare da vicino a un braccio di ferro e i tempi per sbloccare la situazione (tenuto conto che si parla di una comproprietà) sono piuttosto stretti. Che cosa potrà accadere? O la Fiorentina alza la sua proposta oppure si arriverà alle buste, dove l’Udinese potrebbe apparire favorita. Perchè nell’ipotesi che i friulani si spingessero a mettere 15 milioni di euro per provare a riprendersi tutto Cuadrado, l’Udinese rivendendo il giocatore (sempre a 30 milioni) farebbe un guadagno molto più importante rispetto alla Fiorentina. Il club di Pozzo ha infatti già messo in cassaforte i 6 milioni della Fiorentina (prestito e acquiso della prima parte del cartellino) e di consegunza il loro investimento su Cuadrado sarebbe di 9 milioni di euro. Traduzione, vendendo il giocatore per 30 milioni, il disavanzo positivo nelle casse bianconero sarà di 21 milioni. Tutto questo senza trascurare il fatto che il Barcellona ha probabilmente già offerto al giocatore un ingaggio molto più alto di quello attuale.

Sezione: Calciomercato / Data: Lun 05 maggio 2014 alle 11:15
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print