Nel recupero della prima di ritorno del girone Nord di serie A2 femminile oggi, alle 19 (arbitri il triestino Matteo Roiaz di Muggia e la riminese Silvia Zanetti di Riccione), al Benedetti la Delser Crich Lbs Udine, capolista provvisoria con 38 punti e 24 gare giocate e con i play-off promozione in tasca con largo anticipo, ospita la Blackiron-rentpoint.it Carugate, penultima a quota 10 e con 22 partite all'attivo, destinata a giocarsi la salvezza nei play-out. La squadra di coach Alberto Matassini, reduce dal ritorno al successo nel turno scorso a Torre Boldone (Bergamo) in casa dell'Edelweiss Albino, ha l'occasione di concedere il bis prima di chiudere i recuperi sabato prossimo a Ponzano Veneto, magari infilando il tris di fine stagione regolare.

Vincere la sfida odierna consentirebbe a capitan Eva Da Pozzo e compagne di mantenere ancora la vetta della classifica sulla Parking Graf Crema seconda a 2 lunghezze, ma con due partite in meno giocate e sul 2-0 nei confronti diretti con la Libertas Basket school. Le cremasche, battute domenica scorsa a Moncalieri terzo incomodo che ha così regalato la vetta in solitudine alla Delser, oggi alle 18 sono in trasferta ad Alpo (Verona) ospiti della Drain by Ecodem che è in lotta per la quarta posizione, anche se ha appena perso due punti importanti a Bolzano. 

L'Akronos, terza in graduatoria con 34 punti e tre gare in meno rispetto alle friulane, oggi alle 19 riceve in Piemonte la Schiavon Ponzano ed è padrona del proprio destino per il secondo posto, che insidia alla Delser dopo averla battuta a domicilio due turni fa ribaltando in proprio favore (+2) la differenza canestri rispetto alle udinesi, mentre per la prima piazza deve sperare in qualche passo falso di Crema da qui a fine ritorno. Intanto, le ragazze della Libertas Basket school del presidente Leonardo De Biase, che avevano chiuso da regine l'andata qualificandosi per la Final eight di coppa Italia in cui poi hanno conteso in finale il trofeo che da quattro anni è delle cremasche, vorranno mantenere ancora la testa e, alla fine dei recuperi, mal che vada saranno sul podio. Il che significa avere il vantaggio del fattore campo quanto meno nei quarti di finale dei play-off.

Nel match odierno al Benedetti sono di fronte le ultime avversarie dell'Edelweiss Albino. Mentre sabato la Delser si è portata via i due punti da Torre Boldone espugnandola per 44-61, mercoledì in un recupero Carugate vi ha perso per mezzo canestro lamentando anche un infortunio alla guardia Laura Meroni. Decisiva per le padrone di casa è stata l'ala-pivot udinese Patrizia De Gianni autrice di una doppia doppia con 15 punti e altrettanti rimbalzi, ex Sporting club che si era già fatta valere contro la Lbs segnandone 12 e risultando l'Mvp con 17 di valutazione al pari dell'ala-pivot Marta Scarsi “leonessa” delle “trudine”.  Carugate non ha buttato giù la... Torre nonostante le buone prove della pivot Valentina Grassia e della play Franesca Diotti, 15 punti e trascinatrice nella tardiva rimonta ospite: sulla tripla della guardia Milica Micov è finita 53-52 per Albino. 

Nell'ultima gara interna di stagione regolare la banda Matassini vorrà cancellare il ricordo della precedente sconfitta a domicilio contro Moncalieri e dimostrare, ripetendosi poi fra una settimana a Ponzano, che Udine intende onorare alla grande anche i play-off al culmine di una stagione che finora è stata da incorniciare per la Lbs. All'andata la Delser si è imposta a Carugate in avvio di campionato per 50-65 (17-19, 26-33, 32-51). Protagoniste fra le padrone di casa sono state l'ala Sara Canova con 17 punti e 14 valutazione, la pivot del 2002 Colognesi con 14 punti + 4 rimbalzi per 18 valutazione e la play Diotti con 11 valutazione; fra le udinesi la play-guardia Antonia Peresson con 19+11+ 4 assist per 27 valutazione e Scarsi 10 punti, l'ala nazionale slovena Tina Cvijanovic 14 valutazione (8+7) e l'ala Da Pozzo 10 come la “leonessa” di Brescia.

Sezione: Basket / Data: Sab 17 aprile 2021 alle 10:07
Autore: Valerio Morelli
Vedi letture
Print