Non sono stati per niente mesi esaltanti quelli vissuti in Inghilterra da Diego Fabbrini. Il giocatore, arrivato al Watford quest'estate, dove si pensava potesse alzare il livello tecnico della squadra, non si è ambientato al rude calcio inglese. Di conseguenza solo poche apparizioni da titolare in campionato ma senza mai lasciare tracce importanti. Ora in più sulla panchina è arrivato Sannino, con il quale i rapporti sono ai ferri corti già dalla scorsa stagione al Palermo, quando il fantasista toscano non ha mai giocato, retrocedendo poi in B. L'arrivo poi prossimo di Giannetti gli toglierà ancor più spazio. Ora Fabbrini quindi vuole a tutti i costi tornare in Italia per provare a rilanciarsi e a ritrovare quella forma che gli aveva permesso di arrivare fino alla nazionale di Prandelli. Il talento dell'attaccante non si discute. Serve solo tanta fiducia per far esplodere definitivamente questo giocatore. L'Udinese ci sta pensando a riportarlo ad Udine dove però Guidolin non può garantirgli un posto da titolare. Ma con un Di Natale a mezzo servizio e un Udinese che non ha intenzione di andare sul mercato alla ricerca di un attaccante, Fabbrini potrebbe essere una buona alternativa. Su di lui però il pressing anche di altre squadre. Su tutte l'Empoli, nelle cui giovanili il ragazzo è cresciuto, debuttando poi in prima squadra.

Sezione: Watford / Data: Mar 21 gennaio 2014 alle 08:30
Autore: Stefano Pontoni
vedi letture
Print