L'argomento del momento in questo periodo nel mondo del calcio è (di nuovo) il Covid, con diverse criticità nel protocollo venute a galla dopo le prime giornate di campionato. La speranza è che si riesca a trovare delle soluzioni che permettano di andare avanti senza situazioni intricate come quella capitata per Juventus-Napoli. Nel frattempo però c'è da pensare anche e soprattutto al ritorno in campo dopo questa pausa per le Nazionali, con la sfida con il Parma ad attendere al varco l'Udinese. I bianconeri devono mettere da parte l'entusiasmo per i nuovi colpi di mercato e concentrarsi sui punti da conquistare, perchè quelle prime tre giornate a secco di punti e gol pesano nel morale e nella classifica e non ci si può permettere di perdere troppo terreno.

Per la sfida con i ducali Gotti può vantare ora la possibilità di scegliere e sicuramente il ritorno di Bram Nuytinck tra i disponibili può fare la differenza nelle decisioni. Non sappiamo ancora se si passerà a una difesa a 4 o se la linea preferita sarà ancora quella a 3, ma l'ex Anderlecht era e resta il leader della retroguardia friulana. Nel caso in cui il modulo non cambi le posizioni del pacchetto difensivo, un Samir non troppo esaltante lascerà il posto al numero 17. Se invece si dovesse passare a 4, allora a rischio ci sarebbe un Becao che sulla coscienza ha 2 dei 4 gol subiti in queste prime giornate. Anche per evitare queste sbavature il ritorno di un giocatore col carisma di Nuytinck sarà fondamentale.

La zona mancina del campo potrebbe non vedere solo Nuytinck però come novità. C'è anche un Ouwejan che sta convincendo decisamente di più rispetto a Zeegelaar, promosso a titolare dopo l'addio di Sema. Il ragazzo prelevato dall'AZ Alkmaar ha messo in mostra tanta corsa, una discreta capacità nel leggere le situazioni difensive e, soprattutto, un piede capace di sfornare cross molto interessanti. Tutt'altro rispetto all'ex Watford, che, probabilmente anche a causa di qualche problema fisico in preparazione, è parso decisamente opaco. Rinunciarci, a meno che in allenamento Marvin non abbia messo in mostra progressi rapidi, sembra ad oggi un azzardo. Sicuramente Thomas è tra i giocatori che, al momento, hanno convinto di più e potrebbe essere una delle diverse novità che questa Udinese si appresta a proporre dopo un mercato importante.

Sezione: Primo Piano / Data: Lun 12 ottobre 2020 alle 20:31
Autore: Davide Marchiol
Vedi letture
Print