Luca Gotti, allenatore dell’Udinese, commenta in conferenza stampa l’1-1 finale dei bianconeri contro il Bologna.

Forse nella ripresa non avete cercato con insistenza di chiudere il discorso dopo il bel primo tempo:
“Può essere, però davanti c’è anche un avversario, nel primo tempo siamo stati bravi a fare parecchie cose. Poi il risultato, quanto successo con la Juventus, le nostre caratteristiche, tutto questo ci ha fatto fare una ripresa più di gestione. Non mi è mai parso di concedere tanto all’avversario, poi per incidere gli episodi non ci aiutano perché magari il secondo giallo a Schouten poteva esserci, episodi che possono cambiare la partita radicalmente ultimamente va così. Poi arriva un replay di quanto successo a Benevento con un retropassaggio corto che poi porta a calcio di rigore che allunga una striscia incredibile, tendiamo a farci del male da soli, abbiamo sbagliato anche noi oltre all’episodio di Schouten”.

Un campionato tribolato quindi quota 40 può rappresentare un buon traguardo:
“La sconfitta contro la Juventus è stata difficile da metabolizzare, perché giochi bene e torni a casa a mani vuote, poi col Bologna sembrava potessimo recuperare quanto perso interrompendo la striscia negativa in casa con un successo e invece pareggiamo. Detto questo però bisogna dare soddisfazione ai ragazzi, il percorso fatto ci ha portato fuori dai problemi abbastanza presto, va dato merito a loro, andando oltre la cifra numerica che rassicura abbastanza sulla permanenza in Serie A va sottolineato il modo in cui abbiamo condotto il campionato, con grande personalità e poca assistenza della fortuna”.

Sezione: Primo Piano / Data: Sab 08 maggio 2021 alle 18:38
Autore: Jessy Specogna
Vedi letture
Print