Tre pareggi e una sconfitta nel difficile avvio di stagione del Pordenone, relegato perciò nella parte bassa della classifica a tre punti di distanza dalla prossima avversaria, la neopromossa ma ben rodata Reggina. Dopo la sconfitta con la corazzata Cittadella, destinata anche quest’anno alle prime posizioni, i neroverdi sono dunque costretti a inseguire la prima vittoria in quel di Lignano contro gli amaranto, vittoria che darebbe una scossa non solo alla classifica ma soprattutto al gruppo squadra, reduce da una prestazione per nulla convincente in Veneto. Da lavorare soprattutto sull’attenzione nei primi minuti della ripresa, fatali nelle ultime due gare.

Mister Tesser non dovrebbe comunque cambiare granché lo schieramento: 4-3-3 o 4-3-1-2 che dir si voglia, con gli unici ballottaggi Berra-Vogliacco sull’esterno di difesa e Magnino-Misuraca a centrocampo. In attacco dovrebbe infine essere Musiolik, autore di una rete annullata a Cittadella, a dare una mano a Ciurria e Diaw, vista la perdurante indisponibilità di Gavazzi.

Sezione: Pordenone / Data: Ven 23 ottobre 2020 alle 17:24
Autore: Alessandro Poli
Vedi letture
Print