L'Udinese ingabbia il Sassuolo. Al Mapei, in un triste venerdì sera va detto, finisce 0 a 0. Un po' meglio del pari senza reti di due anni fa con Nicola in panchina, ma non tanto. Per la classifica, per i neroverdi in rampa di lancio va bene anche così. Dietro è bastato il rientro di Nuytinck per ritrovare la solidità perduta.

Musso 6 - Qualche ansia in avvio, poi ordina pop corn e bibite per assistere a uno dei film più noiosi mai trasmessi.

Becao 7 - Voto alto, se considerata la partita. Però annulla Boga, che sulla carta era un pericolo col cerchio rosso. Totem di Gotti, non lo delude.

Nuytinck 6,5 - Torna al centro della difesa e il tempo non è passato. Un giallo evitabile e preso troppo presto, poi conduce la barca in porto senza scuoiare.

Samir 6,5 - Berardi si vede a tratti, lui non lo soffre più di tanto. Aiuta i compagni, sarebbe prezioso anche in manovra. 

Stryger Larsen 6- Quinto di difesa come l’olandese più sotto. Tiene la posizione tentando qualche sporadica scampagnata offensiva.

De Paul 6,5 - È il centrocampo dell’Udinese. Ma anche la difesa e l’attacco. Fa tutto lui, senza svegliare una partita che delle sue invenzioni avrebbe avuto bisogno. 

Arslan 6,5 - Esce con una benda e qualche altra ammaccatura qui e lì. Gara intelligente: non eccelsa, ma solida. 

Pereyra 5,5 - Si vede poco, s’allarga spesso, contiene Berardi e poi Muldur senza patemi. Qualcosa in più, poteva anche offrirla, palla al piede.

Zeegelaar 6,5 - Contiene una fascia potenzialmente molto pericolosa dal Sassuolo. 

Pussetto 5 - Palloni? Ne arrivano col contagocce. Le sue rare folate sbattono sulla solida retroguardia emiliana. (Dal 65’ Deulofeu 5,5 - Deve ritrovare la condizione).

Okaka 5,5 - Fa a sportellate, e inevitabilmente vince perché sono il suo fonte. Ha poche occasioni per pungere e in quelle non incide. (Dall’85’ Lasagna s.v.).

Gotti 6 - Non vince, non segna, porta a casa un solo punto. Vista la differenza in classifica con i padroni di casa, però, è comunque un risultato positivo. Ingabbia De Zerbi, nel finale prova anche a vincerla senza però mai smarrire la santa paura di perderla. La squadra è con lui, superato questo scoglio c’è da dare la scossa.

Sezione: Pagelle / Data: Ven 06 novembre 2020 alle 23:03
Autore: Redazione TuttoUdinese
Vedi letture
Print