Udinese-Parma 1-3, LE PAGELLE: dietro Gervinho fa danni. De Paul non trova la giocata, Lasagna devastante

01.09.2019 21:57 di Stefano Pontoni Twitter:    Vedi letture
Udinese-Parma 1-3, LE PAGELLE: dietro Gervinho fa danni. De Paul non trova la giocata, Lasagna devastante

Rabbia, rabbia e ancora altra rabbia. L'Udinese cade in casa contro il Parma, anzi contro Gervinho perché per il resto gli emiliani fanno poco o nulla. Bianconeri bellissimi nella prima mezz'ora, colpevoli solo di non aver ammazzato la partita. Poi il pareggio che rimette tutto, immeritatamente, in equilibrio. La ripresa è sempre di marca friulana, finché non entra un disastroso Fofana. A quel punto l'altro ivoriano, quello crociato, fa sua la partita. Peccato davvero, perché queste partite vanno vinte. Un appunto anche Tudor che questa sera i cambi non li ha azzeccati.

Musso 5 -  Forse la peggior prestazione da quando veste la maglia dell'Udinese. Le sue responsabilità sul gol del pari sono tante. Serata no.

Becao 5,5 - Annulla Inglese sfruttando la sua stazza, soffre terribilmente la velocità di Gervinho e degli altri piccoletti del Parma. Hanno un passo diverso e lui non riesce mai a prendergli le misure.

Ekong 5 -  Sempre Gervinho ma anche Kulusevski. Questi due vanno ad una velocità diversa e lui non sa come fermarli. 

Samir 5 -  Il confronto con l'ex Arsenal e Roma è imbarazzante. Quando l'altro pigia sull'acceleratore, il brasiliano va nel pallone. 

Larsen 6 -  Decisamente più ispirato rispetto alla partita con il Milan. Torna a spingere come sa, dalla sua fascia arriva un paio di trasversoni insidiosi sui quali però nessun attaccante ci si fionda. In crescita (Dal 75' Teodorczyk 5,5 Ha due occasioni da gol, una di testa e una di piede. Non riapre la partita).

Jajalo 6,5 -  Dopo l'esordio che ha sopreso tutti questa sera si attendevano conferme. Prestazione positiva, solo qualche imprecisione di troppo. E' tra i migliori dell'Udinese, senza alcun dubbio. 

Mandragora 6 - Lavoro prezioso in chiave difensiva, mantiene la mediana in equilibrio. Qualche errore di troppo in fase di impostazione e meno lucidità dovuta anche a qualche acciacco fisico. Tudor lo toglie, non si tratta però di una bocciatura pesante (dal 54' Fofana 4 Entra e cambia la partita, in peggio. Perde il pallone dal quale nasce il vantaggio del Parma dopo un dribbling senza senso. Non solo, si ferma pure a guardare l'azione. Con lui il campo il centrocampo ha un buco di 30 metri, equilibrio zero).

Sema 6,5 -  Punta sempre l'uomo. Cerca la sfida, il dribbling e poi sul fondo a crossare. Alla sua prima da titolare non delude, anzi.

De Paul 6 -  Il mercato ovviamente lo distrae, lui però prova in tutti i modi a trascinare la sua squadra. Questa sera però non trova la giocata decisiva.

Nestorovski 5,5 - Nel primo tempo fa da riferimento, consentendo a Lasagna di avere più spazio a disposizione. Sulla testa ha la palla del 2 a 0 ma la fallisce. Ad un certo punto finisce la benzina, nel secondo tempo non ne ha più. (da 70' Pussetto sv. venti minuti da esterno).

Lasagna 7,5 - La migliore prestazione da un anno a questa parte. Sarà stata la chiamata di Mancini, sarà stato il fatto di avere un compagno che gli porta via un po' la marcatura, sta di fatto che il capitano questa sera è devastante. Gol da applausi, Iacoponi si accorge di lui quando già stava esultando. Bentornato Kevin, e che questa sia solo la prima.

Tudor 5 - Azzarda con Fofana e non gli va bene. E Gervinho? Da difensore non poteva non preparare una gabbia sull'ivoriano.