Si è presentato al grande pubblico ieri nella gara di Bologna, ma chi segue l'Udinese e il settore giovanile bianconero e della Nazionale Italiana, lo conosce già da tempo. Esordio in Serie A a 17 anni, 8 mesi e 1 giorno per Simone Scuffet, meglio di un certo Gianluigi Buffon e, come il numero uno della Juventus, anche lui è rimasto imbattuto al suo esordio. Fino a ieri Scuffet, nato il 31 maggio 1996, si era alternato tra panchina e tribuna, ma, dopo l'infortunio di Brkic, Guidolin ha deciso di puntare su di lui. Finalmente potremmo dire. Scuffet, infatti, è tra i migliori, se non il migliore, al mondo tra i suoi coetanei e, viste le incertezze di Brkic e Kelava nel corso di questo inizio di stagione, avrebbe potuto esordire anche prima. Magari ancor prima di giocare con l'Italia U-17 il Mondiale di categoria negli Emirati Arabi, competizione che ha visto gli azzurrini uscire agli Ottavi, forse immeritatamente, ma con Scuffet tra i più grandi protagonisti della rassegna. Ora, il giovane portiere bianconero, che ha dedicato il suo esordio a tutti i friulani, potrebbe prenderci gusto e scalare le gerarchie di Guidolin, magari già dall'importantissima gara di martedì, in Coppa Italia, contro la Fiorentina, per la gioia anche di Pozzo, commosso ed orgoglioso per il suo esordio.

Sezione: Notizie / Data: Dom 02 febbraio 2014 alle 20:00
Autore: Francesco Digilio / Twitter: @@FDigilio
vedi letture
Print